non-riesco-a-imparare-inglese

“Non riesco a imparare l’inglese”: 12 miti da sfatare riguardo l’apprendimento dell’inglese.

L’invidia è una brutta bestia.

Siamo tutti delle brave persone, ma l’invidia è una di quelle emozioni negative che proviamo quando ascoltiamo qualcuno parlare in inglese fluentemente.

Perché essere invidiosi? Perché piagnucolare “non riesco a imparare l’inglese?”

Beh, perchè fanno sembrare il parlare in inglese una cosa semplice!

Non sentitevi in colpa, è del tutto naturale provare certi sentimenti durante il proprio percorso di apprendimento.

Di solito, la gente prova invidia quando pensa di non potere ottenere ciò che ha qualcun altro.

Non dovreste provare invidia nei confronti di chi parla fluentemente, bensì dovreste considerare tali persone come esempi o modelli da seguire.

Quando siete invidiosi di qualcuno che parla inglese fluentemente, dovreste provare a trasformare quell’emozione in motivazione.

Lavorando sodo, potreste raggiungere anche voi il loro livello.

Potete imparare l’inglese come si deve anche voi!

Perché siamo convinti che potete imparare l’inglese?

Durante il vostro percorso potreste ritrovarvi a pensare “non riesco a imparare l’inglese”. Permetteteci di dirvi che avete assolutamente torto.

La stessa idea che voi (o chicchessia) non possiate imparare l’inglese è un mito.

Un mito è qualcosa in cui la gente crede ma che in realtà non corrisponde a verità! Pensieri negativi come “non sono abbastanza intelligente” o “per me è impossibile riuscirci” sono dei miti ai quali non dovete assolutamente credere.

Perché sono dei miti? Per il semplice fatto che non sono veri.

Sono solo ostacoli! Il vantaggio è che si tratta di ostacoli che sono già stato superati o aggirati da studenti non madrelingua che adesso parlano l’inglese senza alcun problema! Se ci sono riusciti loro, di conseguenza, potreste riuscirci anche voi!

Siamo qui per aiutarvi a sfatare i più comuni miti riguardo l’apprendimento dell’inglese. Seguendo i nostri consigli, supererete qualsiasi ostacolo che potreste trovare lungo il vostro percorso di apprendimento.

Gli ostacoli sono tali solo se gli permettete di esserlo!

È tempo di rinfrescarsi la memoria e di riscoprire le proprie motivazioni!

“Non riesco a imparare l’inglese”: 12 miti da sfatare riguardo l’apprendimento dell’inglese

Se qualcuno vi dice “non riesco a imparare l’inglese”, di solito offre una delle 12 seguenti motivazioni.

Oggi sfateremo 12 miti che riguardano l’apprendimento dell’inglese e vi offriremo alcuni consigli che vi serviranno a superare gli ostacoli che potreste dovere affrontare.

Mito n. 1: “Le lingue straniere non fanno per me”

La mente è qualcosa di potente.

Se la vostra mente pensa che non siate in grado di apprendere una lingua straniera, avrete enormi difficoltà nel cambiare quel punto di vista.

Dunque, fatevi un favore e cambiate quella prospettiva errata!

Non è vero che non capirete mai l’inglese soltanto  perchè non è la vostra lingua madre! Nonostante sviluppiamo schemi linguistici nella nostra lingua madre sin dalla più tenera età, il nostro cervello è sempre e comunque capace di immagazzinare nuova conoscenza. Succede ogni giorno, impariamo sempre qualcosa di nuovo. Ciò è applicabile all’apprendimento del linguaggio.

Cambiando la vostra prospettiva, otterrete maggiori possibilità di apprendere nuove nozioni!

Consiglio importante: usate la vostra lingua madre a vostro vantaggio: trovate degli articoli, dei post di un blog o delle brevi storie e riscrivetele in inglese.

Mito n. 2: “Parlare in inglese mi imbarazza”

Il famoso poeta James Joyce disse: “Mistakes are the portals of discovery” (Gli errori sono i cancelli della scoperta).  Ciò vuol dire che ogni errore che commetterete vi permetterà di apprendere qualcosa di nuovo, particolarmente vero quando si impara una nuova lingua. Dovrete vedere ogni errore come un’opportunità per apprendere qualcosa di nuovo.

Non c’è alcuna ragione per sentirsi in imbarazzo quando dite la parola o la frase sbagliata, e nemmeno se sbagliate la pronuncia. Tutti sono stati principianti, ad un certo punto nella propria vita! Accettate il fatto che siete degli studenti e non siate troppo critici nei confronti di voi stessi. Imparate a trarre vantaggio dai vostri errori lungo i vostri studi!

Vi sentite stupidi quando dite una parola fuori contesto? Provate a spiegare in anticipo che state ancora imparando la lingua e vi sentirete meno stressati. Si tratta di un gran metodo per trovare nuove opportunità di apprendimento, in quanto i vostri interlocutori potrebbero essere più disponibili del previsto e bendisposti ad aiutarvi con qualche suggerimento!

Consiglio importante: registrate le vostre conversazioni in inglese! Si tratta di un fantastico metodo per ottenere la fiducia in se stessi necessaria per  aprire bocca. Potrete anche riconoscere le vostre lacune e identificare gli argomenti da approfondire.

Mito n. 3: “Sono troppo vecchio per imparare l’inglese”

Si, è vero che i giovani apprendono nuove lingue con maggiore facilità. Ciò non  significa che la gente più grande non possa imparare l’inglese! Un adulto ha più esperienza e una maggiore capacità di risolvere i problemi.

Invece di pensare che l’età sia un ostacolo (e ricominciare a piagnucolare “non riesco a imparare l’inglese”), concentratevi di più su cosa state apprendendo. Cos’è che vi mete maggiormente in difficoltà?  Si tratta dei contenuti che state state apprendendo? Del metodo che state usando? Magari si tratta del posto in cui studiate e della gente che lo frequenta!

Una volta identificati gli ostacoli reali, potrete cominciare ad apportare dei cambiamenti per rendere l’apprendimento più semplice e piacevole!

Consiglio importante: scrivete su schede mnemoniche le parole in inglese più difficili per voi e studiatele quotidianamente. Questo semplice esercizio risulta particolarmente soddisfacente in quanto offre una piccola gratificazione giornaliera. Aumenterete la vostra sicurezza in voi stessi e vi renderà soddisfatti dei vostri miglioramenti.

Mito n. 4: “Non ho abbastanza tempo”

Lo sappiamo, siete sempre impegnati.

Sembra esserlo l’intero pianeta, tutti vanno sempre di fretta.

Abbiamo così tante cose da fare e siamo sempre a corto di tempo.

In ogni caso, sappiate che non è affatto vero che serve tanto tempo per imparare l’inglese. Dovreste semplicemente imparare ad organizzare bene il tempo di cui disponete.

Innanzitutto, individuate il momento della giornata nel quale apprendete con maggiore facilità. Non ci riferiamo alla parte del giorno in cui avete più tempo o meno interruzioni. Parliamo del momento in cui il vostro cervello è maggiormente incline ad assimilare informazioni, ovvero quando la vostra capacità di concentrazione è al suo apice e apprendere sembra più semplice. Questo è esattamente il lasso di tempo da dedicare all’apprendimento di una lingua straniera.

Coscienti di ciò, dovreste pianificare la vostra giornata e dedicarvi allo studio dell’inglese precisamente in questi momenti. Anche se si trattasse solo di mezz’ora, fate in modo di inserirlo nella vostra lista delle cose da fare. Siate costanti e studiate ogni giorno in quel preciso momento.

Esistono tanti piccoli trucchi per inserire questa abitudine nella vostra routine. Posizionate i vostri libri e le vostre risorse di studio in modo da averli sempre a portata di mano, scaricate i file audio invece di ascoltarli in streaming così da non dovere attendere i caricamenti. Designate una specifica area da dedicare specificamente all’apprendimento! Imparate, imparate, imparate!

Consiglio importante: sfruttate a vostro vantaggio i “tempi morti”. Ad esempio, ascoltate dei podcast in lingua inglese mentre siete in fila all’ufficio postale. Oppure, ammazzate il tempo con delle applicazioni dedicate all’apprendimento dell’inglese mentre siete sul bus. Cercate di trasformare ogni momento libero in un’opportunità di apprendimento.

Mito n. 5: “Devo visitare una nazione anglofona”

In passato, imparare una nuova lingua poteva risultare complicato, in quanto era molto difficile spostarsi verso terre straniere. Oggi, con l’avvento di internet, possiamo avere accesso alle lingue straniere con pochi semplici click.

Per migliorare attivamente e ampliare le proprie conoscenze, bisogna cercare costantemente nuove opportunità di apprendimento.  Sfruttate queste occasioni per dar spazio all’inglese nella vostra vita. Scegliete i cibi da menù in inglese, quando potete! Leggete, ad esempio, le istruzioni in inglese quando dovete montare un oggetto. Esistono metodi per imparare l’inglese ed esercitarsi che non includono l’acquisto di un biglietto aereo.

Consiglio importante: circondatevi di gente che parla in inglese e restate semplicemente ad ascoltarla. In questo modo riuscirete a ricreare un’esperienza di viaggio verso una nazione anglofona… immergendovi nelle conversazioni altrui!

Mito n. 6: “Non me lo posso permettere”

Il denaro è una scusa comune che spesso molti utilizzano per spiegare le ragioni per cui non possono fare qualcosa. Potreste pensare che non avete abbastanza soldi per comprare libri di testo e che i corsi online siano troppo cari. Bene, abbiamo ottime notizie: potete imparare l’inglese del tutto gratuitamente!

Le migliori esperienze di apprendimento non sono quelle costose, bensì quelle più memorabili! Le interazioni nel mondo reale sono un metodo fantastico per imparare l’inglese perchè sono interessanti, rilevanti e gratuite! Cercate di interagire col prossimo o di leggere giornali, riviste e articoli di blog. Con l’aiuto delle tonnellate di risorse gratuite presenti online, amplierete la vostra conoscenza dell’inglese senza spendere un singolo euro.

Consiglio importante: etichettate gli oggetti e l’arredamento della vostra casa. Vedendo e pronunciando le parole ogni volta che vi passate davanti, trasformerete qualsiasi  faccenda casalinga in una piccola lezione di inglese!

Mito n. 7: “Non avrò mai un buon accento”

Gli accenti sono qualcosa di unico: mostrano le differenze tra le persone di tutto il mondo e spesso rappresentano intere comunità. Il fatto che non siete in grado di parlare come un madrelingua, non implica che parlare in inglese sia impossibile.

Gli accenti e le pronunce possono aiutare nella comunicazione, ma sarete in grado di comunicare anche in assenza di un accento perfetto! Per imparare a pronunciare alcune parole particolarmente complicate serve del tempo, quindi assicuratevi di trovare delle opportunità per ascoltare dell’inglese parlato.

Consiglio importante: guardate dei filmati su YouTube e iscrivetevi a dei canali dedicati all’apprendimento dell’inglese. Più entrerete a contatto con l’inglese parlato, prima imparerete l’accento e la pronuncia. Non abbiate paura di provare! Ricordate che anche se non pronunciate in maniera perfetta una frase, probabilmente verrete compresi ugualmente!

Mito n. 8: “Imparare l’inglese non è divertente”

Molti studenti rinunciano a metà del loro percorso perchè non trovano interessante e stimolante l’apprendimento della lingua. Il più delle volte, hanno la sensazione che i loro sforzi, l’energia e il tempo impiegato non ripaghino con buoni risultati. Chi crede in questo mito ha alte probabilità di restare bloccato e di rinunciare.

Spesso perdete interesse perchè scegliete un approccio passivo riguardo l’apprendimento. Se vi trovate in questa situazione, è il momento di rendere i vostri studi più attivi e coinvolgenti!

Per rendere l’inglese qualcosa a cui vorrete dedicarvi, dovrete mantenere un atteggiamento positivo! Ciò significa mettersi in situazioni maggiormente impegnative. Fate qualcosa di nuovo, di diverso e di inaspettato, qualcosa che vi costringa a sfruttare al massimo il vostro inglese e le vostre conoscenze. Facendo ciò, vi imporrete traguardi maggiori e sarete impazienti di raggiungerli.

Avete la possibilità di imparare nel modo che maggiormente preferite, quindi rendete i vostri studi  divertenti e interessanti!

Consigli importanti: chiamate o video-chiamate degli amici che parlano in inglese. Si tratta di un metodo perfetto per mettervi in una situazione nella quale sarete costretti ad utilizzare tutte le vostre competenze. Le video-chiamate sono metodi impegnativi e divertenti per migliorare la propria capacità di ascoltare, di parlare e di apprendere il linguaggio del corpo!

Mito n. 9: “Le mie competenze non si sviluppano naturalmente”

Quanto sarebbe bello se potessimo imparare le cose naturalmente, o se i nostri cervelli contenessero già tutte le informazioni e dovessimo solo riuscire ad accedervi! Immaginate come sarebbe se l’apprendimento fosse davvero così facile!

Sfortunatamente, non è così che funziona. L’apprendimento della lingua inglese non porta progressi senza sforzi, ma ciò non significa che sia impossibile. Vuol dire semplicemente che avete bisogno della corretta strategia.

Pianificare significa organizzarvi per il raggiungimento del vostro scopo e dei vostri obbiettivi Pensare al proprio apprendimento sotto questo punto di vista permetterà di raggiungere il vostro scopo!

Domandate a voi stessi: “Perché voglio imparare l’inglese? Quali parti dell’idioma voglio apprendere? Cosa ho bisogno di imparare per raggiungere il mio obiettivo?”.

Domande come queste vi aiuteranno a comprendere le vostre motivazioni, a organizzare le vostre lezioni e a ottenere la spinta che vi serve verso il raggiungimento del vostro scopo.

Consiglio importante: durante il vostro percorso di apprendimento, cercate di coinvolgere altri studenti nelle vostre attività. Per esempio, potreste cercare un compagno di penna inglese con cui scambiare messaggi o email. Si tratta di un gran metodo per responsabilizzarsi, in quanto non vorrete deludere il vostro partner di studi, e per avere sempre qualcuno con cui comunicare regolarmente in lingua inglese.

Mito n. 10: “Imparare l’inglese è noioso”

Se siete caduti nella trappola del pensare che apprendere l’inglese sia difficile, mettete giù la vostra penna e allontanatevi dai libri di testo. Il problema non è l’inglese, bensì il metodo di studio al quale vi state dedicando.

Date un taglio alla noia trasformando le vostre lezioni di inglese! Sostituite i libri con i film, rimpiazzate le schede mnemoniche con una serata al teatro e cominciate a cantare canzoni in inglese sotto la doccia!

Qualsiasi cosa possa rendere interessante e coinvolgente l’apprendimento vi sarà di grande aiuto. Ognuno ha il proprio parere su cosa renda divertente l’apprendimento, quindi esplorate nuovi metodi e scegliete quelli che fanno al caso vostro.

Consiglio importante: chiamate degli amici e giocate a dei giochi da tavola in lingua inglese. Assicuratevi di aver capito per bene le regole e godetevi le risate, il divertimento e l’apprendimento!

Mito n. 11: “L’inglese è molto diverso dalla mia lingua madre”

Quando muoverete i primi passi nel mondo dell’inglese, utilizzerete la vostra lingua madre nella vostra testa per interpretare e comprendere le nuove parole.

In ogni caso, prima o poi, arriverete a un punto in cui non potrete più dipendere dalla vostra lingua madre. Certuni raggiungono questo livello e credono di non poter progredire oltre.

Al contrario, arrivare a questo punto è un grande progresso! È un segno che dovete smettere di dipendere dalla vostra lingua e che dovete sviluppare un metodo di pensare del tutto nuovo!

Ci saranno sempre delle parti dell’inglese che non tradurrete, o che sarete addirittura in grado di spiegare utilizzando altri linguaggi. Lasciate andare la vostra lingua madre e cominciate a pensare usando concetti in inglese per capire meglio la lingua!

Consiglio importante: per cominciare a pensare in inglese cambiate la lingua del sistema operativo dei vostri dispositivi. Utilizzate l’inglese costantemente in questo modo e vi abituerete a stare nella prospettiva di un anglofono.

Mito n. 12: “Non sarò mai bravo in inglese”

Alcune persone vogliono parlare in inglese bene come un madrelingua o come qualcuno che conoscono.

Paragonarsi agli altri è un modo per perdere fiducia in se stessi, motivazione e felicità; qualsiasi cosa facciate. L’apprendimento dell’inglese non è un eccezione a questa regola! Quando pianificate il vostro apprendimento e ponete i vostri obiettivi, assicuratevi di farlo per voi stessi e per nessun altro!

Ognuno impara con ritmi differenti e in modi diversi. Dovreste smettere di desiderare di essere bravi come qualcun altro. Cominciate a concedervi dei premi per ogni traguardo raggiunto; concentrandovi su voi stessi migliorerete le vostre capacità, amplierete le vostre conoscenze e, di conseguenza, la vostra felicità!

Il metodo migliore per tenere in mente i propri obiettivi è ricontrollare periodicamente ciò che si è appreso. Trovate i vostri punti deboli e cercate di migliorare. Scoprite ciò che vi viene semplice e che avete appreso correttamente e rendetelo più impegnativo. Riscoprite ciò che avete appreso e siate felici di ciò!

Consiglio importante: portate con voi un blocchetto per gli appunti e scrivete ogni nuova parola che leggete o che ascoltate quando andate in giro. Si tratta di un metodo perfetto per cambiare la propria prospettiva da “Quel tizio conosce molte più parole in inglese di me” a “Fantastico, ho tante nuove parole da provare!”.

 

Abbiamo tutti dei bei giorni e dei brutti giorni. Imparare l’inglese può sembrare come andare sulle montagne russe, ma avete più controllo su ciò che apprendete di quanto non crediate.

Non fate affidamento sui miti che sentite, non faranno altro che rallentarvi! Abbiate fiducia in voi stessi, create un ambiente divertente che sia adatto al vostro stile di apprendimento e cominciate a raggiungere i vostri obiettivi! “Non riesco a imparare l’inglese” non è una frase da studenti maturi!!


Lucy Brooks è un’insegnante che ama trasportare i giovani studenti nel meraviglioso mondo della letteratura. In quanto avida lettrice, non la incontrerete mai senza un libro in mano. Ama viaggiare per il mondo ma chiamerà “casa” per sempre l’Australia.

If you liked this post, something tells me that you'll love FluentU, the best way to learn English with real-world videos.

Experience English immersion online!

Enter your e-mail address to get your free PDF!

We hate SPAM and promise to keep your email address safe

Close