conversazioni-in-inglese-per-principianti

Conversazioni in inglese per principianti: più di 45 frasi utili nelle vostre prime conversazioni

Volete intraprendere un’avventura?

Per i principianti, tenere delle conversazioni in inglese, significa aprirsi la strada verso nuove opportunità!

Grazie alla lingua inglese, sarete in grado di comunicare con chi non parla il vostro idioma! Le conversazioni in inglese per principianti non necessitano della conoscenza di argomenti complessi!

Avrete la possibilità di comprendere idee e opinioni di persone cresciute in una cultura diversa dalla vostra. Potreste anche instaurare amicizie che dureranno per tutta la vita!

Parlare in inglese sembrerà un’avventura; le prime volte, vi sentirete nervosi e agitati.

Se uscirete dal vostro guscio e comincerete ad aprir bocca, vi sentirete fieri di voi stessi e guadagnerete la motivazione che vi spingerà a continuare il vostro percorso di apprendimento.

Inoltre, conversando regolarmente, il vostro inglese migliorerà tantissimo.

Quindi, andiamo! Per aiutarvi lungo il cammino, abbiamo creato una lista di frasi basilari (dal salutare, alle frasi di cortesia, al congedarsi) che vi condurranno fieri e sicuri verso la vostra prima conversazione.

Conversazioni in inglese per principianti: più di 45 frasi utili nelle vostre prime conversazioni!!

Cominciare la conversazione

Se avete bisogno di una spintarella nel cominciare a conversare, guardate questo video per un po’ di motivazione. Ora possiamo cominciare! Innanzitutto, una conversazione comincia con dei saluti. Ci sono svariati modi per salutare qualcuno, la scelta adatta dipende dalla persona alla quale vogliamo rivolgerci.

Potrebbe essere una conversazione informale con un amico o un conoscente. Ma potreste anche dover sostenere un dialogo formale con un collega, un insegnante, uno sconosciuto o un impiegato statale.

Saluti informali:

Cominciamo con dei saluti informali:

  • Hello!
    (Saluto universale adatto ad ogni conversazione.)
  • Hi!
    (Saluto neutrale e amichevole.)
  • Hey!
    (Saluto informale.)
  • Greetings!
    (Molto formale e utilizzato raramente al giorno d’oggi, ma usato con ironia tra amici.)

Saluti formali

Anche tra principianti, nella conversazione in inglese, l’educazione viene prima di tutto! Per salutare qualcuno in maniera formale, utilizzate il modello“Good + [momento del giorno]”

  • Good morning!
    (Prima di mezzogiorno)
  • Good afternoon! 
    (Di solito da mezzogiorno alle 5-6 del pomeriggio)
  • Good evening!
    (Dopo le 6 del pomeriggio)

Ricordate che “good night” (buonanotte) si utilizza esclusivamente quando ci si congeda o letteralmente prima di andare a letto.

Presentazioni

Come agiamo se non abbiamo  mai visto prima la persona alla quale dobbiamo rivolgerci? Dopo avere salutato, è buona educazione presentarsi e chiedere il nome altrui.

  • My name is ___. What’s your name?
    Il mio nome è ___. Qual’e il tuo nome?
    (Semplice e neutrale, non potete sbagliare!)

Se conoscete già qualcuno ma non ricordate il suo nome, potreste dire:

  • I’m sorry, I don’t remember your name. You are… ?
    Mi spiace, non ricordo il tuo nome. Tu sei…?
    (Leggermente informale.)

Se volete presentare qualcuno, potreste semplicemente dire:

  • Please meet + [nome]
    Please meet my friend Tom!
    (Presentazione formale)
  • This is + [nome]
    This is Tom!
    (Presentazione comune)

Ora che sapete presentarvi, ecco come rispondere a qualcuno che si è appena presentato:

  • Nice to meet you!
    Piacere di conoscerti!
    (La forma più comune)
  • Pleasure to meet you!
    È un piacere conoscerti!
    (forma semplice e cordiale )
  • It’s a pleasure!
    Piacere!
    (Informale, ma cordiale)

Ottimo lavoro, avete cominciato una conversazione in inglese, pur essendo dei principianti!!

Frasi di circostanza

Dopo avere salutato ed esservi presentati, potrete proseguire la conversazione con delle frasi di circostanza.

Le frasi di circostanza sono utilizzate comunemente in molti paesi anglofoni, specialmente negli Stati Uniti, in Canada e in Inghilterra. È una forma di cortesia aggiungere una frase di circostanza all’inizio di una conversazione, prima di entrare nell’argomento principale, che sia personale o professionale.

La domanda più comune è: “How are you?”(come stai?), tanto comune da diventare automatica anche quando non conoscete affatto l’interlocutore. “How are you” è considerato parte integrante del saluto (“Hi! How are you?”), non dimenticatelo.

Ci sono parecchi metodi per chiedere a una persona come stia andando la giornata!

  • How are you? / How are you doing?
    (Neutrale)
  • How’s it going?
    (Più informale)
  • How are things?
    (Informale)
  • What’s up?
    (Molto informale)

Può sembrare strano, ma non è necessariamente richiesta una risposta a queste domande. A meno che non siate molto amici di quella persona, l’interlocutore non si aspetta una onesta risposta su come stia andando la vostra giornata.

Basterà, invece, una semplice risposta come “how are you”.

  • I’m well. How are you?
  • It’s going well, thank you. How are you doing?
  • Fine, thanks. And yourself?

Noterete che molta gente risponderà dicendo “I’m good” per farvi capire che sta bene, nonostante non sia grammaticalmente corretto. È comunque una risposta informale estremamente comune, come altri errori che i madrelingua commettono mentre parlano, ma ricordate che contiene un errore grammaticale.

Le frasi di circostanza sono la base di parecchie conversazioni, specialmente quando parlate con persone che probabilmente non rincontrerete.  Ci sono parecchi modi per usare le frasi di circostanza con successo.

Scambiarsi domande

Una conversazione è uno scambio di pensieri, domande e idee. Il miglior modo per mantenere viva una conversazione è fare domande.

Ci sono due tipi di domande: risposta chiusa e a risposta aperta.

Lo scopo delle domande a risposta chiusa è confermare o negare certe informazioni.

  • Are you having a good day?
    Stai trascorrendo una buona giornata?
  • Did you just get to the office?
    Sei appena arrivato in ufficio?
  • Have you seen my email?
    Hai visto la mia email?

Paragonate gli esempi precedenti alle successive domande a risposta aperta: porteranno la persona a dare informazioni più dettagliate rispetto a un “si” o un “no”.

  • How is your day going?
    Come va la giornata?
    (perfetto esempio di frase di circostanza)
  • When did you arrive at the office?
    Quando sei arrivato in ufficio?!
  • What do you think about that email I sent?
    Cosa pensi dell’email che ti ho mandato?

Le domande a risposta aperta di solito cominciano con “who,” “what,” “where,” “when” and “why.” (chi, cosa, dove, quando, perché). Sono importanti per rendere le vostre conversazioni produttive e piene di informazioni. Per ulteriori esempi,  leggete questo articolo!

Quando la persona con la quale discutete vi farà una domanda, fate attenzione alle parole chiave e ai verbi che utilizza. Ciò vi aiuterà a costruire le vostre risposte utilizzando la grammatica appropriata. Siete dei principianti, per fare conversazione in inglese dovete aggrapparvi ad ogni appiglio!

Non cercate di usare parole difficili, mantenete le cose semplici! E se non capite qualcosa, non siate timidi e chiedete maggiori informazioni.

In quanto principianti, probabilmente non capirete tutto ciò che vi verrà detto in inglese. È del tutto normale, siete ancora all’inizio!

Chiedere chiarimenti

State partecipando attivamente a una conversazione in inglese, ma da bravi principianti, ad un tratto, vi rendete conto di aver perso il filo del discorso. Magari l’interlocutore parla troppo in fretta, o forse parla con un accento al quale non siete abituati. Forse non avete capito l’ultima parola.

Chiedere chiarimenti o una ripetizione è del tutto normale, solo ricordate di domandare con gentilezza!

Se non capite qualcosa, come una parola o un concetto del discorso, potreste dire:

  • I’m sorry, I don’t understand. Could you please repeat that?
    Mi spiace, non ho capito. Può ripetere, per piacere?
  • I’m sorry, I don’t understand. Could you please explain that?
    Mi spiace, non ho capito. Può spiegarmelo, per piacere?

Oppure…

  • Care to elaborate?
    (Molto informale, troncamento di “Do you care to elaborate on this? ” ovvero: “ti dispiace rielaborarlo, per favore?”)

Se non avete sentito qualcosa, potreste dire:

  • I’m sorry, I didn’t hear that. Could you please repeat?
    Mi spiace, non ho sentito. Può ripetere, per favore?
  • I’m sorry, I didn’t catch that. Could you please repeat?
    Mi spiace, non ho afferrato. Può ripetere, per favore?

O ancora…

  • Say it again, please?
    Dillo un’altra volta, per favore.

Non dovete vergognarvi di chiedere aiuto. Generalmente le persone saranno ben disposte a spiegarsi o ripetere qualcosa. Non dimenticate di ringraziarli!

Chiudere la conversazione

Poniamo il caso che abbiate ricevuto dal vostro interlocutore tutte le informazioni a voi necessarie. È arrivato il momento di congedarvi, magari avete fretta e volete chiudere la conversazione. Indipendentemente da quale sia la ragione, sarebbe gentile far capire all’interlocutore che non avete intenzione di continuare ancora a lungo la conversazione.

Ci sono vari modi per congedarsi, in base alla situazione. Ad esempio, se siete in ritardo, potreste dire:

  • I have to get going. / It’s time for me to go.
    Devo andare. / È tempo di andare.
    (Neutrale e cordiale.)
  • I have to run; can we continue later?
    Devo correre, possiamo continuare dopo?
    (Più informale ma cordiale.)

Se avete ottenuto le informazioni che vi servivano:

  • Thank you so much for your help!
    Molte grazie per il suo aiuto!
    (espressione utile e molto comune)
  • Got it, thanks!
    Capito, grazie!
    (Molto informale ma amichevole)
  • I think I have everything I need, thank you!
    “Penso di avere tutto ciò (le informazioni) di cui avevo bisogno. Grazie!”
     (Molto formale, ma può essere male interpretata come volgare se non si ringrazia a dovere l’interlocutore. Da usare con cautela.)

Chiudere la conversazione con frasi di circostanza

Indovinate un po’? Le frasi di circostanza vengono utilizzate anche per chiudere una conversazione. Prima di dire “arrivederci”, è buona educazione dire qualcosa come:

  • Have a good day!
    Buona giornata!
    (Adatto ad ogni situazione)
  • Enjoy your day!
    Godetevi la vostra giornata
    (tradotto letteralmente in italiano non suona bene, ma in inglese è vastamente utilizzato come saluto cordiale)
  • Good luck!
    Buona fortuna!
    (se la persona ne ha bisogno, in base alla situazione.)
  • Talk to you soon!
    Riparliamo presto!
    (saluto neutrale, non implica necessariamente rincontrare in futuro l’interlocutore.)
  • Great seeing you / Great talking to you!
    Mi ha fatto piacere averti visto / È stato un piacere parlarti!
    (Informale e molto comune.)
  • Catch you later!
    Ci becchiamo dopo!
    (Divertente e informale)

Detto ciò rimane soltanto…

Congedarsi

Questa è semplice. Non potrete sbagliare con un “goodbye” o un “bye”. Potreste anche usare frasi di circostanza da implementare al vostro saluto.

  • Bye! Have a good day!
    Arrivederci, buona giornata!
  • Catch you later! Bye-bye!
    Ci becchiamo dopo, ciao ciao!

E come abbiamo menzionato inizialmente in questa guida…

  • Good night!
    Buonanotte!

Semplice, no?

Ora sarete capaci di sostenere conversazioni in inglese per principianti!

Conversare in inglese non è troppo complicato! Inizialmente potreste sentirvi strani o a disagio, ma è assolutamente normale!

Avere paura di fare errori è comprensibile, ma succederà: è del tutto naturale. Sbagliare fa parte del processo di apprendimento. È l’unico modo per migliorare.

Fatelo! Parlate, cominciate, provateci! Adesso sapete cosa dire!!!

If you liked this post, something tells me that you'll love FluentU, the best way to learn English with real-world videos.

Experience English immersion online!

Enter your e-mail address to get your free PDF!

We hate SPAM and promise to keep your email address safe

Close