conversazione-in-inglese

7 argomenti di conversazione in inglese: fatevi dei nuovi potenziali amici!

Siete a una festa o a una cena e tutti parlano con qualcun altro.

Siete rimasti solo voi e la persona di fianco a voi, che non conoscete.

Ok, volete rivolgergli la parola ma non avete idea di cosa dire.

Ci siamo passati tutti.

Il silenzio imbarazzante: ovvero quel momento in cui due persone non riescono a cominciare o ricominciare una conversazione.

Per evitare questi silenzi imbarazzanti, dovrete imparare come fare discorsi di circostanza.

I discorsi di circostanza sono quelle conversazioni che facciamo quando parliamo con qualcuno ma nessuno dei due vuole essere coinvolto in un discorso troppo lungo o complicato. Riguardano cose poco importanti, servono per riempire i momenti di silenzio e a sentirsi a proprio agio col prossimo.

Più vi eserciterete nei discorsi di circostanza, meglio vi sentirete durante le situazioni sociali.

Finché non vi sentirete in grado di creare i vostri discorsi di circostanza personali, potrete prendere spunto da argomenti utili  per darvi una parvenza di sicurezza in voi stessi.

Perché le conversazioni di circostanza in inglese sono importanti?

Le frasi di circostanza, durante le situazioni sociali, sono tutto fuorché futili.

Essere in grado di sostenere una conversazione riguardo argomenti semplici come il clima potrebbe non sembrare importante, ma è una competenza importantissima se state imparando una lingua. Pensate a quante volte ogni giorno vi capita di chiacchierare nella vostra lingua madre.

Saper condurre conversazioni di circostanza può aiutare a:

  • Evitare silenzi imbarazzanti.
  • Fare nuove conoscenze.
  • Apparire amichevole
  • Avvicinarsi a conoscenti e colleghi.
  • Sembrare più sicuri delle vostre competenze.

Potrete intraprendere discorsi di circostanza più o meno in ogni momento in cui voi e una o più persone vi riunite in un luogo e non siete già impegnati in una conversazione. Potrete farlo in una festa, prima di un meeting aziendale o mentre aspettate che il vostro cibo si scaldi nel microonde della mensa.

Potrete chiedere a qualcuno come stia andando la sua giornata mentre siete insieme nell’ascensore, o commentare il meteo mentre aspettate l’autobus.

Anche il corpo ha il suo linguaggio.

Mentre parlate in inglese, il vostro corpo “parla” almeno quanto la vostra bocca, così come il corpo delle altre persone.

Ad esempio, se siete in fila per pagare qualcosa in un negozio e la persona di fronte a voi vi dà le spalle, tamburella nervosamente col piede e controlla il telefono continuamente, probabilmente non sarà avvezza alla conversazione. Invece, se la persona si gira, cerca contatto visivo e sorride, potreste provare a cominciarne una.

Ci sono piccoli gesti che fanno capire al prossimo che siamo pronti a intraprendere una piccola discussione. Se volete chiacchierare, o se volete far capire che siete pronti a fare conversazione, non incrociate le braccia o le gambe ma, invece, guardate il potenziale interlocutore negli occhi e sorridete!

Chiacchiere per ogni occasione

Alcuni argomenti sono universali e vanno bene con tutti. Altri invece sono più adatti a determinate situazioni. Ad esempio, gli argomenti relativi al lavoro andrebbero usati con i colleghi dell’ufficio, mentre quelli relativi agli hobby o al tempo libero andrebbero tirati fuori con persone al di fuori dell’ambiente lavorativo.

Durate le conversazioni di circostanza non si dovrebbe parlare di nulla di significativo o particolarmente importante. Mantenete la conversazione “positiva” ed evitate argomenti controversi.

Non cercate di sorprendere con argomenti strani e lasciate che la conversazione si evolva naturalmente, invece di sparare una lista di domande. I migliori discorsi di circostanza sono quelli “situazionali”, relativi a un particolare dell’ambiente intorno a voi che potreste commentare per cominciare una conversazione.

Potreste ad esempio dire alla persona con voi in ascensore che il meteo è orribile, o chiedergli se aspetta come voi il week-end con ansia (se è venerdì). Invece, probabilmente, non sarebbe il luogo adatto per domandargli quali siano i suoi hobby! Suonerebbe strano, no?

Per abituarvi a condurre conversazioni di circostanza potreste vedere come accade nella vita reale grazie a FluentU! FluentU prende video reali come clip musicali, anteprime di film, interviste e molto altro, e li trasforma in lezioni di lingua personalizzate.

7 argomenti di conversazione in inglese: fatevi dei nuovi potenziali amici!

1. Presentarsi

Per conoscere qualcuno, presentarsi è un ottimo inizio.

Potreste presentarvi a chiunque non conosciate, o rammentare a qualcuno che vi siete già conosciuti. Quando vi presenterete, aggiungete qualche informazione riguardo quando vi siete già incontrati o su cosa fate nella vita. Potreste usare anche il fatto che siete studenti di inglese per cominciare la conversazione.

Esempi:

“Good morning! We always have coffee at the same time but we’ve never spoken before. My name is [Your Name].”
“Buongiorno! Prendiamo sempre il caffè alla stessa ora ma non c siamo mai parlati prima! Il mio nome è____”

“Hello, how are you today? My name is [Your Name]. I’m still learning English so please let me know if I make any mistakes.”
“Buongiorno, come stai oggi? Mi chiamo _____. Sto ancora imparando l’inglese, quindi fammi sapere se commetto degli errori.”

“Hi Angela. You might not remember me but we met at Tom’s Christmas party last year. I’m [Your Name].”
“Ciao Angela! Probabilmente non ti ricordi di me ma ci siamo incontrati alla festa di Natale a casa di Tom! Io sono ____ “

2. Argomenti universali

Gli argomenti universali possono essere condivisi praticamente con chiunque.

Cose come il meteo, lo sport e le notizie di cronaca solitamente sono validi argomenti per cominciare una conversazione, specialmente quando si è in gruppo: anche se una persona non è particolarmente ferrata nell’argomento “sport”, per esempio, qualcun altro del gruppo potrebbe esserlo.

Although these topics are talked about by many, some people might not be fans of sports, or might not follow entertainment news, so if you can, try to match people’s interests to the topic you choose. For example, if you’ve heard them talking about big news stories in the past, you could try to talk about a news story from today.

Nonostante questi siano argomenti di cui parlano molte persone, altre potrebbero non essere fan dello sport o non seguire le notizie di cronaca, Quindi, se potete, cercate di aprire conversazioni su argomenti comuni alla maggior parte dei partecipanti al discorso. Se, per esempio, li avete già sentiti parlare di cronaca in passato, cominciate la conversazione con un argomento correlato!

Esempi:

“Did you watch the Oscars last week? I can’t believe Leonardo DiCaprio finally won one!”
“Avete visto gli Oscar la scorsa settimana? Non posso credere che Di Caprio sia finalmente riuscito a vincerne uno!”

“This weather is crazy! It was cold yesterday and today I came in with an open jacket. I hope it stays warm, don’t you?”
Questo meteo è pazzo! Ieri faceva freddo e oggi sono venuto con una giacca aperta. Spero rimanga così, e tu?

“That basketball game yesterday had me glued to my seat. Wasn’t that a great save at the very end?”
Ieri la partita di basket mi ha tenuto incollato alla sedia. Non è stato fantastico il salvataggio finale?”

3. La giornata

Se non sapete di cosa parlare o non avete niente di interessante da dire, chiedete a qualcuno come stia andando la sua giornata o parlate della vostra.

Ad esempio, potreste chiedere:

  • How was your day? / How has your day been so far?
    Come va la giornata?/ Com’è andata la giornata finora?
  • How have you been feeling today?
    Come ti senti oggi?
  • What have you been doing today?
    Che hai fatto oggi?
  • Has anything exciting happened today?
    È successo nulla di interessante oggi?
  • What are you planning for after work?
    Cosa pensi di fare dopo il lavoro?
  • Are you doing anything fun after work?
    Farai qualcosa di divertente dopo il lavoro?

Potreste anche condividere informazioni su come stia andando la vostra giornata, l’importante è mantenere un equilibrio tra l’ascolto e il parlato. Non dovreste parlare più o meno del vostro interlocutore, ne tanto meno parlare di voi stessi per tutto il tempo.

Anche se vi sembra che il potenziale interlocutore stia trascorrendo una brutta giornata, potrete tirarlo su con due chiacchiere! Assicuratevi di non entrare troppo nel personale e offrite qualche parola di incoraggiamento.

Esempi: 

“Hey there. You look like you’re having a rough day. I hope it gets better for you.”
“Ciao! Sembra tu stia passando una brutta giornata. Spero che migliori!”

“Good morning! I went camping on Saturday, and of course it rained all day. Was your weekend any better?”
“Buongiorno! Sabato sono stato in campeggio e, naturalmente, è  piovuto tutto il giorno. Il tuo week-end è stato migliore?”

“The day is almost over! Do you have any interesting plans for the evening?”
“La giornata è quasi finita! Hai qualche piano interessante per stasera?”

4. Il posto di lavoro

Alcune conversazioni sono appropriate solo nel luogo di lavoro.

Entrate ancor meno nel personale ed evitate di parlare di colleghi non presenti. Parlate invece della vostra giornata, di una festa, di un meeting futuro o del lavoro del vostro interlocutore.

Esempi:

“Hi Tom. How are things going over at the IT department today?”
“Ciao Tom! Come vanno le cose al dipartimento IT, oggi?”

“Good morning. I’m really looking forward to the party after work today. I hear Pam brought her famous carrot cake!”
“Buongiorno! Non vedo l’ora di andare alla festa dopo il lavoro! Ho sentito che Pam porterà la sua famosa torta di carote.”

“What a busy day. This is the first time I’ve gotten up from my seat all day! Are you busy too?”
“Che giornata impegnativa! Questa è la prima volta che mi alzo dalla sedia, oggi! Sei impegnato anche tu?”

5. Osservazioni

Alcune tra le migliori conversazioni di circostanza riguardano il luogo in cui avvengono.

È qualcosa che condividete entrambi, quindi non c’è il rischio che l’interlocutore non sappia di cosa stiate parlando. Guardatevi intorno e cercate qualcosa da commentare, o guardate il vostro potenziale conoscente e trovate qualcosa per cui fargli un complimento. Niente fa star bene la gente come un complimento!

Esempi:

“I love your shoes today, they really pull your outfit together.”
“Adoro le scarpe che indossi oggi, si intonano bene col resto del vestiario!”

“Did you see? They finally fixed the light in the break room. It’s been broken for almost a month!”
“Hai visto? Hanno finalmente riparato la luce nella sala ricreativa. È stata rotta per quasi un mese!”

“Hey Pam, your cookies last night were delicious! Thank you for making them for the party.”
“Ciao Pam! I  tuoi biscotti di ieri notte erano buonissimi! Grazie di averli fatti per la festa!”

6. Interessi comuni

Se avete o se fate qualcosa di simile a ciò che fa o dice il vostro potenziale interlocutore, avrete sicuramente qualcosa di cui parlare. Trovate qualcosa come un hobby o un amico in comune e cominciate la conversazione.

Tenete a mente che i madrelingua inglesi utilizzano la parola “hobby” molto raramente, quindi chiedere “What are you hobbies?” (Quali sono i tuoi hobby?) suona molto strano e innaturale. Provate a fare domande basandovi su osservazioni.

Esempi:

“My cousin mentioned you last night. I didn’t know you knew her! Where did you meet?”
“Mio cugina mi ha parlato di te ieri notte. Non sapevo la conoscessi! Dove vi siete conosciuti?”

“I noticed your hat has a Yankees logo. Are you a fan of baseball too?”
“Ho notato che il tuo cappellino ha il simbolo degli Yankees. Sei anche tu un fan del baseball?”

“I tried baking cookies like yours last night and they came out terrible. How do you make them so good?”
Ieri notte ho provato a cucinare dei biscotti come i tuoi e mi sono venuti orribili! Come fai a farli così buoni?

7. Domande

Potreste avere notato che la maggior parte delle conversazioni di circostanza hanno qualcosa in comune: includono quasi sempre delle domande. Un buon modo per cominciare una conversazione è fare un commento, seguito da una domanda. Ciò impedisce alla conversazione di finire col vostro commento (e di cadere in un sopra citato silenzio imbarazzante).

Quando fate domande, chiedete tanto quanto ascoltate e non entrate troppo nel personale. Ricordate di mantenere un atteggiamento positivo!

Esempi:

“Hey, I heard you were thinking of adopting a new dog. Did you find one?”
“Ciao, ho sentito che stai pensando di adottare un cane! Ne hai trovato uno?”

“I’ve been meaning to ask you this for a while: how long have you been working here?”
“Volevo chiedertelo da un po’: da quanto tempo lavori qui?”

“Your hair always looks great. What hair products do you use?”
“I tuoi capelli sono sempre splendidi! Che prodotti usi? “

La prossima volta che sarete accanto a qualcuno e nessuno parla, saprete come agire!

If you liked this post, something tells me that you'll love FluentU, the best way to learn English with real-world videos.

Experience English immersion online!

Enter your e-mail address to get your free PDF!

We hate SPAM and promise to keep your email address safe

Close