intercalari-inglesi

Più di 15 Intercalari Inglesi da Conoscere Assolutamente

English is like, totally fun to learn, you know?

Eliminando le parole “like”, “totally” e “you know” da questa frase rimarrà comunque un periodo perfettamente comprensibile: English is fun to learn (L’inglese è divertente da imparare).

Ma allora a cosa servono tutte quelle parole extra?

Parole come “totally” ed espressioni come “you know” fanno parte degli intercalari inglesi (filler words) e vengono usate con moltissima frequenza.

Probabilmente avrete già sentito utilizzare svariati intercalari inglesi nelle conversazioni, nei film e nelle serie TV. Potrebbero non sembrare particolarmente utili, ma in realtà rappresentano una parte importante della lingua inglese, soprattutto dell’inglese americano.

Gli intercalari inglesi, se usati correttamente e non con frequenza eccessiva, possono diventare i migliori amici degli studenti di inglese. Ecco perché abbiamo creato questa lista di più di 15 intercalari inglesi che vi permetteranno di esprimervi come dei madrelingua.

Cosa Sono gli Intercalari?

Gli intercalari sono parole (e frasi) che usiamo per riempire i silenzi mentre parliamo. Si tratta di parole che non aggiungono nessun contenuto alla frase, ci aiutano semplicemente a mantenere alta l’attenzione dell’interlocutore mentre finiamo la frase che vogliamo pronunciare.

Il loro vero nome è discourse markers (marcatori del discorso), ma sono più comunemente conosciute come filler words (intercalari).

È possibile che già utilizziate gli intercalari inglesi senza rendervene conto. Per esempio, vi sarà capitato di pensare alla parola adatta da usare in una frase e nel frattempo pronunciare qualcosa di simile a “umm”. Questa espressione vi aiuta ad occupare il momento in cui pensate a cosa dire, evitando pause o silenzi che potrebbero risultare imbarazzanti.

Considerato che gli intercalari non aggiungono alcun significato alla frase, non avrete bisogno di pensare per usarli.  In questo modo il vostro cervello sarà libero di pensare ad altro, per esempio alla parola che state cercando di ricordare.

Molti intercalari inglesi hanno, in realtà, degli altri significati, per esempio la parola “like” non è sempre un intercalare. Per farvi un’idea più chiara di questo concetto, date un’occhiata a questa clip tratta dallo show televisivo “Community”, dove Pierce prova a fermare Shirley dall’utilizzare gli intercalari:

Shirley: Okay. These brownies are, uh— 
(Ok. Questi brownies sono, uh-)

Pierce: Uh!

Shirley: They, um—
(
Sono, um-)

Pierce: Um!

Shirley: These brownies are delicious. They taste like–
(
Questi brownies sono deliziosi. Sanno di…)

Pierce: Like!

Shirley: That’s not a filler word.
(Quello non è un intercalare!)

Un modo per concludere la frase di Shirley potrebbe essere “They taste like heaven” (Sanno di paradiso). In questo esempio la parola “like” viene utilizzata per paragonare i brownies al paradiso, di conseguenza, in base al contesto, non si tratta di un intercalare.

Quando si Usano gli Intercalari Inglesi?

Gli intercalari si utilizzano quasi esclusivamente nel linguaggio parlato, di solito non si ha bisogno di usarli nel linguaggio scritto. Questo accade perché nel linguaggio parlato a volte si ha bisogno di tempo per capire cosa dire, ed è proprio in questi momenti che entrano in gioco gli intercalari.

A volte le persone usano certi intercalari inglesi (come “like”, “literally” o “believe me”) quando scrivono online nella sezione commenti di qualche sito, così come in chat e nei social media. Ciò viene considerato accettabile in quanto le conversazioni online sono molto simili a quelle reali.

Gli intercalari vengono usati per diverse ragioni:

  • Per indicare che state pensando. Potete usare gli intercalari inglesi quando avete bisogno di pensare alla vostra risposta o affermazione. Per esempio:

“I have basically… ten more years of college.”
(Mi aspettano praticamente… altri dieci anni di college)

  • Per rendere un’affermazione meno brusca/severa. Mettete il caso che il vostro amico abbia del prezzemolo tra i denti, potreste semplicemente dirgli “You have something in your teeth”, ma potreste metterlo in imbarazzo. Per essere più gentili potreste dire:

Well, you have, um, you have a little something in your teeth.”
(Beh, mm, hai qualcosa tra i denti)

  • Per rendere un affermazione più forte o più debole. Nonostante gli intercalari non aggiungano significato alla frase, possono essere usati per cambiare il tono della stessa. Date un’occhiata al cambiamento di tono in queste frasi:

“I think pugs are cute” (Penso che i carlini siano carini): una frase standard.
Actually, I think pugs are cute” (In realtà, penso che i carlini siano carini): una frase che mostra contrasto, cioè qualcuno non è d’accordo con la nostra affermazione.
At the end of the day, I think pugs are cute” (In fin dei conti, penso che i carlini siano carini): una frase utilizzabile alla fine di un discorso sull’aspetto estetico dei carlini.

  • Per temporeggiare. Temporeggiare significa fare qualcosa con lo scopo di guadagnare tempo. Gli intercalari rappresentano un ottimo modo per temporeggiare quando non si conosce la risposta a una domanda o non si vuole rispondere. Per esempio, se il vostro insegnante vi chiedesse “Where’s your homework?” la vostra risposta potrebbe essere simile a questa:

Uhh. Umm. Well, you see… My dog ate it.”
(Mmh, beh, vede…li ha mangiati il cane)

  • Per coinvolgere chi ascolta nella conversazione senza finire la frase. Per intraprendere una conversazione sono necessarie almeno due persone. Alcuni intercalari inglesi possono aiutare a coinvolgere un’altra persona nella conversazione. È un po’ come fare un cenno con la mano a chi ci ascolta per richiamare la sua attenzione. Per esempio:

“It was a really big bear, you know?
(Era un orso davvero grande, sai?)

Questa frase coinvolge l’ascoltatore senza interrompere il vostro discorso. Il vostro interlocutore potrà annuire, permettendovi così di continuare a raccontare la vostra storia.

Come potete notare gli intercalari inglesi sembrano, inizialmente, inutili, ma in realtà possono essere molto importanti!

Perché Imparare gli Intercalari Inglesi?

Quando pensate a qualcuno che parla inglese perfettamente, probabilmente immaginate che si esprima senza fermarsi. In realtà anche i madrelingua inglesi usano spesso gli intercalari. Infatti, queste parole rappresentano un elemento fondamentale in termini di padronanza della lingua.

Permettono di fare una pausa e pensare quando non si è sicuri di come rispondere a una domanda o quando ci si dimentica la parola giusta da utilizzare. Il trucco sta nel conoscere l’intercalare inglese giusto da usare mentre cerchiamo di riordinare i nostri pensieri.

Ogni lingua possiede un proprio set di intercalari. Apprendere gli intercalari inglesi vi aiuterà a parlare in modo più simile a un madrelingua.

Utilizzate gli Intercalari con Moderazione

Come per qualsiasi cosa, può capitare di usare troppi intercalari. Un utilizzo eccessivo di questi elementi può farvi apparire come dei dilettanti. Oppure, ancora peggio, il vostro interlocutore potrebbe avere difficoltà nel seguire il vostro discorso. Per questo dovreste evitare di usare troppi intercalari.

Alcune persone pensano gli intercalari dovrebbero essere utilizzati il meno possibile, ma per uno studente di inglese, in realtà, possono essere molto utili per padroneggiare la lingua con maggior sicurezza. Nonostante ciò, vi consigliamo di utilizzare meno intercalari possibile durante i colloqui di lavoro e i contesti professionali.

Se vi accorgete di utilizzare troppi intercalari nelle vostre discussioni, porrebbe essere arrivato il momento di studiare qualche nuova parola o di parlare più lentamente.

Detto questo, di seguito potrete consultare alcuni degli intercalari inglesi più utilizzati in America.

Più di 15 Intercalari Inglesi da Conoscere Assolutamente

1. Well

“Well” può essere utilizzato in diversi modi. Potete usarlo per indicare che state pensando.

Well, I guess $20 is a good price for a pair of jeans.”
(Beh, presumo che 20$ sia un buon prezzo per un paio di jeans)

Potete usarlo come pausa in una frase.

“The apples and cinnamon go together like, well, apples and cinnamon.”
(Mele e cannella stanno bene assieme come, beh, come mele e cannella)

Potete usarlo persino per temporeggiare.

Well… fine, you can borrow my car.”
(Uhm…va bene, ti presterò la mia macchina)

2. Um/er/uh

“Um,” “er” e “uh” sono degli intercalari inglesi utilizzati principalmente per dimostrare esitazione, per esempio quando non si conosce la risposta a una domanda o non si vuole rispondere alla stessa.

Um, er, I uh thought the project was due tomorrow, not today.”
(Uhm, beh, io pensavo che il progetto fosse per domani, non per oggi)

Potrete usare una qualsiasi di queste parole: non devono necessariamente stare assieme.

Umm… I like the yellow dress better!”
(Uhm… mi piace di più il vestito giallo!)

3. Hmm

“Hmm” è un suono che indica che stiamo pensando o ponderando una decisione.

Hmm, I like the pink bag but I think I’ll buy the black one instead.”
(Mhmm, mi piace la borsa rosa, ma comprerò quella nera)

4. Like

“Like” viene a volte usato per indicare che qualcosa non è esatto.

“My neighbor has like ten dogs.”
(Il mio vicino ha tipo dieci cani)

Nell’esempio sopra, è probabile che il vicino non possieda esattamente dieci cani.

Inoltre, questo intercalare viene spesso usato quando si ha bisogno di un attimo per pensare alla successiva parola da usare.

“My friend was like, completely ready to like kick me out of the car if I didn’t stop using the word ‘like’.”
(Il mio amico era, tipo, prontissimo a sbattermi fuori dalla macchina se non avessi smesso di usare la parola “tipo”)

Tenete a mente che la parola “like” utilizzata come intercalare non viene vista di buon occhio. Viene spesso utilizzata in modo eccessivo dalle giovani donne, e utilizzandola potreste apparire come delle persone che non sanno esattamente di cosa stiano parlando.

5. Actually/Basically/Seriously

“Actually,” “basically” e “seriously” sono degli avverbi, cioè delle parole che descrivono un’azione. Molti avverbi (ma non tutti) terminano in -ly, il che li rende semplici da riconoscere. Tutte queste parole possono essere utilizzate come intercalari in modo da modificare l’impatto di una frase.

Per esempio, la parola “actually” si usa per indicare un’affermazione che riteniamo essere veritiera, ma probabilmente non condivisa dai nostri interlocutori.

Actually, pugs are really cute!”
(In realtà i carlini sono davvero carini!)

“Basically” e “seriously” modificano le frasi in modo leggermente diverso. “Basically” si usa quando si riassume qualcosa, mentre “seriously” si utilizza per dimostrare la propria serietà nell’affermare qualcosa.

Basically, the last Batman movie was seriously exciting!”
(In pratica, l’ultimo film di Batman era davvero entusiasmante!)

Altri avverbi spesso utilizzati come intercalari sono: “totally,” “literally” e “clearly.”

  • La parola “literally” indica “qualcosa di vero”, ma molte volte viene usata per esprimere emozioni forti. Per esempio: “You’re not just laughing you’re literally dying from laughter” (Non stai semplicemente ridendo, stai letteralmente morendo dal ridere).
  • “Totally” significa “completamente” e viene usata per enfatizzare qualcosa.
  • La parola “clearly” ha lo stesso significato di “obviously” (ovviamente) e viene usata per affermare qualcosa di palesemente vero.

Queste tre parole non devono per forza essere usate assieme, ma può capitare di trovare frasi di questo tipo:

Clearly you totally didn’t see me, even though I was literally in front of your face.”
(Ovviamente non mi hai visto per niente, anche se ero letteralmente di fronte a te)

6. You see

“You see” si usa per condividere un qualcosa che si presume che l’interlocutore non conosca.

“I was going to try the app, but you see, I ran out of space on my phone.”
(Volevo provare l’app, ma vedi, non ho più spazio nel mio telefono)

7. You know

“You know” si usa per condividere qualcosa che si presume che l’interlocutore sappia già.

“We stayed at that hotel, you know, the one down the street from Times Square.”
(Abbiamo soggiornato in quell’hotel, sai, quello in fondo alla strada partendo da Time Square)

Può essere usata anche al posto di una spiegazione nei casi in cui sappiamo che l’interlocutore capisce ciò che intendiamo.

“When the elevator went down, I got that weird feeling in my ears, you know?
(Quando l’ascensore ha iniziato a scendere ho sentito quella strana sensazione alle orecchie, hai presente?)

8. I mean

“I mean” si usa per chiarire o enfatizzare la nostra posizione nei confronti di qualcosa.

I mean, he’s a great guy, I’m just not sure if he’s a good doctor.”
(Voglio dire, è un bravo ragazzo, è solo che non sono sicuro che sia un bravo medico)

Si usa anche per correggere degli errori.

“The duck and the tiger were awesome but scary. I mean, the tiger was scary, not the duck.”
(L’anatra e la tigre erano fantastiche ma facevano paura, cioè, la tigre faceva paura, non l’anatra)

“The cave is two thousand—I mean—twenty thousand years old!”
(La grotta è vecchia di duemila – voglio dire – ventimila anni!)

9. You know what I mean?

Utilizziamo “You know what I mean?” per assicurarci che l’ascoltatore stia seguendo il nostro discorso.

“I really like that girl, you know what I mean?
(Mi piaceva davvero tanto quella ragazza, capisci cosa intendo?)

10. At the end of the day

“At the end of the day” è l’equivalente inglese dell’italiano “In fin dei conti”.

At the end of the day, we’re all just humans, and we all make mistakes.”
(In fin dei conti siamo esseri umani, tutti commettiamo degli errori)

11. Believe me

“Believe me” è un modo per chiedere all’interlocutore di fidarsi di ciò che diciamo.

Believe me, I didn’t want this tiny house, but it was the only one I could afford.”
(Credimi non volevo questa casa piccola, ma era l’unica che potevo permettermi)

Si usa anche per enfatizzare ciò che si sta per dire.

Believe me, this is the cheapest, tiniest house ever!”
(Credimi, questa è la casa più piccola ed economica di sempre!)

12. I guess/I suppose

“I guess” e “I suppose” si utilizzano per dimostrare esitazione.

“I was going to eat dinner at home, but I guess I can go eat at a restaurant instead.”
(Avevo intenzione di cenare a casa, ma a questo punto credo che andrò a mangiare al ristorante)

“I guess” si usa più spesso nel linguaggio parlato, ma “I suppose” suona più elegante (e più intelligente).

13. Or something

“Or something” si utilizza alla fine di una frase quando ciò che si afferma non è esatto.

“The cake uses two sticks of butter and ten eggs, or something like that.”
(Per la torta servono due panetti di burro e dieci uova, o qualcosa del genere)

14. Okay/so

“Okay” e “so” si usano normalmente all’inizio di una frase e possono indicare l’inizio di una nuova argomentazione.

So what are you doing next weekend?”
(Allora, cosa farai il prossimo fine settimana?)

Si utilizzano anche per introdurre una sintesi.

Okay, so we’re going to need to buy supplies for our trip this weekend.”
(Bene, quindi avremo bisogno di scorte per il nostro viaggio del fine settimana)

15. Right/mhm/uh huh

“Right,” “mhm” e “uh huh” sono tutte risposte affermative.

Right, so let’s prepare a list of all the things we’ll need.”
(Bene, allora prepariamo una lista di tutte le cose che ci servono)

Uh huh, that’s exactly what he told me too.”
(Sì sì, mi ha detto esattamente così)

Bene, a questo punto dovreste essere degli esperti degli intercalari inglesi! Alcune di queste parole e frasi, considerato il loro significato così sottile, possono essere difficili da utilizzare correttamente. Tuttavia, imparando ad utilizzare gli intercalari inglesi farete un grande passo in avanti verso la padronanza completa della lingua.

Oh, un’ultima cosa…

Se desiderate imparare gli intercalari inglesi, non potete fare a meno di provare FluentU. FluentU vi permette di imparare l’inglese attraverso famosi talk show, video musicali accattivanti e spot divertenti:

intercalari-inglesi

Qualsiasi cosa desideriate guardare, la troverete quasi certamente su FluentU.

Questa piattaforma rende la visione di filmati in inglese molto semplice. In che modo? Con i sottotitoli interattivi! In sostanza, potrete cliccare su qualsiasi parola per ottenere la sua definizione, un riscontro visivo e degli esempi utili.

intercalari-inglesi

FluentU vi permette di usufruire di contenuti interpretati da rinomati personaggi del mondo dello spettacolo.

Ad esempio, cliccando sulla parola “brought”, vedrete questo:

intercalari-inglesi

FluentU vi offre la possibilità di controllare qualsiasi parola.

Potrete imparare il lessico di qualsiasi video e scorrendo a destra o a sinistra potrete visualizzare altri esempi sulla parola che volete imparare.

intercalari-inglesi

FluentU vi aiuta ad imparare in modo rapido tramite domande utili e un sacco di esempi. Scoprite di più.

La parte migliore? FluentU ricorda le parole da voi consultate e vi propone altri esempi e video che contengono la stessa parola. Vivrete un’esperienza davvero personalizzata.

Iniziate subito ad usare FluentU dal vostro browser con il vostro computer o tablet, oppure, ancora meglio, scaricate l’applicazione di FluentU da iTunes o Google Play.

If you liked this post, something tells me that you'll love FluentU, the best way to learn English with real-world videos.

Experience English immersion online!

Enter your e-mail address to get your free PDF!

We hate SPAM and promise to keep your email address safe

Close