imparare-linglese-velocemente

7 trucchi per imparare l’inglese velocemente secondo la scienza

Noi tutti corriamo sempre come pazzi e cerchiamo di fare le cose nel minor tempo possibile.

Vorremmo riuscire a fare tutto più velocemente: mandare messaggi più velocemente, arrivare a destinazione più velocemente, parlare più velocemente!

Tuttavia, non è sempre possibile. È risaputo che per imparare una nuova lingua, ad esempio, ci voglia del tempo: ci sono regole da memorizzare e parole da imparare, una considerevole mole di materiale da apprendere, memorizzare e infine mettere in pratica; tutte operazioni che richiedono tempo.

Eppure dev’esserci un modo per imparare l’inglese in poco tempo, no?

Navigando in rete è possibile trovare consigli utili per imparare l’inglese rapidamente. FluentU ha stilato una guida per imparare l’inglese in soli 35 minuti al giorno , oltre a una serie di consigli e trucchi per velocizzare e semplificare l’apprendimento dell’inglese.

Ma quale trucco è il più efficace? Scegliere il metodo che fa al caso vostro sarebbe l’ideale, ma questo significherebbe doverne provare tanti prima di trovarlo. Potreste dover perdere molto tempo a testare altri metodi che non hanno alcuna efficacia su di voi, prima di trovare quello giusto.

Se siete alla disperata ricerca di consigli utili per imparare l’inglese velocemente, forse dovreste dare un’occhiata a ciò che la scienza ha da dire a riguardo!

La scienza dell’apprendimento linguistico

Quello dell’apprendimento linguistico è uno dei campi più interessanti per i ricercatori, poiché la capacità di imparare lingue complesse (complicate) è una delle caratteristiche che distingue l’essere umano dagli altri animali.

La scienza sa dirci come funziona il cervello umano (nella maggior parte dei casi), ma anche in che modo apprendiamo una determinata lingua e siamo poi in grado di riprodurla.

Moltissimi studi scientifici si sono concentrati sul metodo di apprendimento delle lingue. Alcuni studi hanno tentato di indagare il come e il perché studiamo le lingue, mentre altri hanno ricercato i benefici dell’apprendimento linguistico. Alcuni studi sono stati condotti sui bambini, che sono predisposti all’apprendimento delle lingue, mentre altri, sugli adulti.

Si tratta di una mole di informazioni molto vasta! Come possiamo sfruttarla al meglio?

Comprendere il come e il perché impariamo una lingua può aiutarci a velocizzare e semplificare il nostro processo di apprendimento.

Potrete iniziare a imparare l’inglese più velocemente grazie a degli studi scientifici! Ecco come.

Come imparare l’inglese velocemente grazie a 7 trucchi suggeriti dalla scienza

1. Ascoltare un sacco di inglese

Cosa dice la scienza a riguardo:

Gli studiosi del linguaggio utilizzano un termine specifico per definire uno dei modi in cui impariamo le lingue: apprendimento implicito o inconscio. Questo metodo descrive il processo di apprendimento che si verifica quando lo studente non fa alcuno sforzo per imparare.

Non si tratta di un processo di apprendimento classico, come può essere sedersi alla scrivania e studiare regole su regole. L’apprendimento inconscio si verifica quando sentiamo parlare inglese a lungo senza prestare attenzione. Con l’inglese in sottofondo il cervello assorbe automaticamente suoni, accenti, parole e regole grammaticali, sebbene non si stia ascoltando attentamente, non si stia partecipando alla conversazione o prendendo appunti.

Per assurdo, è possibile apprendere dall’ascolto passivo anche non conoscendo il significato delle parole. Studio dopo studio è stato dimostrato che è possibile imparare qualsiasi lingua attraverso l’ascolto passivo, perfino le lingue cosiddette artificiali (appositamente inventate dagli studiosi per le proprie ricerche).

Ciò è possibile perché quando ascoltiamo una lingua ne percepiamo i costrutti. Si tratta di un metodo di apprendimento naturale, come quello che usano i bambini. Pensateci un attimo: nei primi anni di vita i bambini non sanno parlare, ascoltano e basta. Passano un sacco di tempo ad ascoltare prima di poter capire appieno quanto viene detto e poter utilizzare la lingua in modo autonomo.

Cosa possiamo fare:

Ascoltare quanto più materiale in inglese possibile. Ascoltare di continuo! In ogni momento libero, assicuratevi di avere dell’inglese in sottofondo, che sia nella vostra stanza, in ufficio o nelle cuffie.

Guardate serie TV in inglese, ascoltate musica in inglese e audiolibri in inglese. Frequentate luoghi dove poter ascoltare i madrelingua conversare. Ascoltate quanto più inglese parlato possibile. Non è necessario prestare troppa attenzione: nel frattempo potete fare una passeggiata, godervi il panorama, lavare i piatti, leggere un libro, fare palestra, fare i compiti, scrivere un saggio o lavorare.

Se continuerete a bombardarvi il cervello e le orecchie con audio in inglese imparerete molto di più di quanto possiate immaginare.

2. Procedere per affinità

Cosa dice la scienza:

Imparare a pronunciare e scrivere correttamente determinati suoni è fra le principali sfide che ci si presentano di fronte a una nuova lingua. È  possibile che alcuni suoni che vengono utilizzati in inglese siano assenti nella vostra lingua madre!

Ma c’è una buona notizia: secondo uno studio tutti nasciamo consapevoli di quali suoni sono realistici e quali no. Sebbene le lingue differiscano fra loro, è bene ricordarsi che presentano anche molte affinità.

Ad esempio, se alcune parole in inglese iniziano per “BL” (come “blink”), non sentirete mai una parola che inizia per “LB.” Provate a pronunciare queste due lettere insieme, non è strano?Esistono suoni che non percepiamo come realistici e che perfino i bambini rifiutano.

Cosa possiamo fare:

Tenere a mente questo dato quando impariamo l’inglese.

Se sentite una parola o un suono poco realistico, è probabile che sia effettivamente così! Se sapete già che è improbabile che alcuni suoni si presentino in una determinata lingua, sarà più facile per voi conoscere la grafia esatta delle parole.

Se, ad esempio, voleste scrivere la parola “ghost” (fantasma) e non sappiate se l’ h vada prima o dopo la g, provate a ripetere la parola a voce alta.

Pronunciare “hgost,” usando il suono “HG” vi sembrerà impossibile, giusto? Il suono “GH” in “ghost” è invece un suono plausibile. Scegliete quello!

3. Imparare nuovi suoni separatamente

Cosa dice la scienza:

Imparare l’inglese modifica il funzionamento del vostro cervello. È incredibile a dirsi, ma imparare una nuova lingua fa crescere il cervello! Uno studio ha rivelato che, durante l’apprendimento di una lingua, alcune parti del nostro cervello si ingrandiscono. Più grandi diventano, più il processo di apprendimento si semplifica.

Una sezione ancora più interessante di questo studio ha invece dimostrato che il nostro cervello reagisce in maniera diversa a seconda dei suoni che recepisce.

Ad esempio, le lettere L e R possono essere difficili da distinguere, soprattutto se la lingua madre dello studente presenta una sola lettera per entrambi i suoni (come nel caso del giapponese). Un esperimento interno a questo studio ha dimostrato che quando i parlanti madrelingua inglesi sentivano le lettere L e R, nel loro cervello erano due le aree a reagire. Nel caso dei madrelingua giapponesi, invece, una sola.

Cosa possiamo fare:

Per poter parlare e capire l’inglese come un madrelingua, imparate i suoni. Ecco il link a un post molto utile e ricco di informazioni sui vari suoni della lingua inglese e sulla loro pronuncia.

Cercate i suoni che vi creano maggiori difficoltà di comprensione o pronuncia e studiateli a fondo.

Alcuni esperimenti hanno dimostrato che ascoltare i suoni a rallentatore permette di impararli in meno di un ora. Quando si dice “velocemente”!

Non avrete bisogno di un software specifico per rallentare i suoni, Youtube lo farà per voi! Cercate video in cui dei madrelingua usano il suono (o i suoni) che vi creano difficoltà. Eccone uno molto utile in cui vengono pronunciate delle parole che contengono le lettere R e L.

Per cambiare la velocità, vi basterà cliccare sull’icona delle impostazioni in basso a destra (quella che somiglia a un piccolo ingranaggio o una ruota). Cliccate su “velocità” e selezionate una velocità inferiore a 1.

Provate ad ascoltare il video alla velocità di 0.25 per 10 minuti e poi aumentate a 0.5 per altri 10. Infine, provate ad ascoltare il video a velocità normale. Ripetete l’operazione un paio di volte con altri suoni e vi accorgerete è sempre più facile individuare le differenze tra i suoni che vi creavano difficoltà. È perché il vostro cervello sta crescendo!

4. Usare associazioni di parole

Cosa dice la scienza:

Utilizzare associazioni di parole significa collegare parole ad altre parole, suoni, movimenti, idee e immagini. Quando sentiamo il verso “bau”, lo associamo immediatamente a un cane. Quando vediamo l’immagine di un sole, pensiamo immediatamente alle parole “sole,” “caldo”, “calore”. Non dovrete pensarci troppo su, le parole vi verranno in mente subito.

Imparare parole per associazione di idee non solo è divertente, ma è anche un metodo molto efficace per velocizzare il vostro apprendimento dell’inglese. Uno studio ha permesso ai ricercatori di indagare la lingua dei segni, ovvero la lingua che i sordi usano per comunicare e che impiega mani e dita al posto dei suoni per formare le parole.

L’esperimento ha dimostrato che è molto più semplice memorizzare i segni che somigliano alle parole che devono comunicare. In altre parole è più semplice ricordare il segno che significa “mangiare” perché mima una persona nell’atto di mangiare. Al contrario, è più difficile imparare una parola in lingua dei segni quando il movimento delle mani non è strettamente collegato all’idea che sta dietro la parola.

Cosa possiamo fare:

Sarebbe bene imparare nuove parole per gruppi. Associate la parola a un’immagine, a un movimento o a un’altra parola. Quando nella mente si formano delle associazioni così immediate, il processo di apprendimento diventa molto più semplice.

Provate a usare le mani e il corpo per mimare il significato delle parole che incontrate, almeno fino a quando non sarete in grado di impararle mnemonicamente. Potreste anche provare a disegnarle, invece di scrivere una definizione.

Per divertirvi un po’, provate a trasformare le parole in ciò che indicano. Potreste trovare degli spunti interessanti utilizzando il motore di ricerca immagini di Google. In questo modo imparerete non solo il significato, ma anche come si scrive una parola!

5. Procedere per schemi, non per regole

Cosa dice la scienza:

Guardate i primi minuti del seguente video.

Riuscite a ripetere lo schema? La vostra capacità di memorizzare e ripetere schemi potrebbe influenzare il vostro apprendimento linguistico.

Ad alcuni studenti sono state mostrate figure geometriche in serie durante un esperimento. Gli studenti più bravi a riconoscere lo schema in cui le figure venivano presentate erano anche i più bravi in ebraico. Le lingue sono costruite per schemi e più bravi sarete a individuarli, più semplice sarà per voi imparare una determinata lingua.

Cosa possiamo fare:

Vi sarà già capitato di imparare regole di grammatica e ortografia in inglese. Invece di pensarle come regole, provate a memorizzarne lo schema.

Prendiamo come esempio i verbi regolari al passato. La regola dice: “per trasformare un verbo dalla forma base al passato, è necessario aggiungere -ED alla fine del verbo”. Se riuscite a ricordare la desinenza da aggiungere imparando la regola, buon per voi! Per molti di noi, invece, è molto difficile imparare una regola senza vederla utilizzata.

Per imparare la regola come uno schema, vi basterà dare un’occhiata a un gruppo di verbi regolari e alla loro forma al passato:

Rain — Rained
Want — Wanted
Learn — Learned

Riuscite a riconoscere lo schema? Facciamo un passo avanti. Ci sono delle differenze tra il precedente gruppo di verbi e il seguente.

Plan — Planned
Rot — Rotted
Stop — Stopped

Avete notato le differenze? Qual è lo schema? La regola che seguono questi tre verbi è la seguente: “se un verbo finisce per consonante – vocale – consonante, l’ultima lettera si raddoppia prima di aggiungere -ED .”

La prossima volta che incontrerete difficoltà a imparare regole, individuate lo schema.

6. Imparare le espressioni, non le singole parole

Cosa dice la scienza:

Alcune parole assumono un significato completamente diverso quando vengono combinate con altre parole. È possibile individuare questi gruppi di parole leggendo o ascoltando una qualsiasi frase in inglese.

La frase “I ran around” indica che si è corso senza meta. Aggiungendo appena due parole, possiamo trasformarla in “I ran around the park” (ho fatto una corsa intorno al parco), frase dal significato completamente diverso. Anche ascoltare la frase è importante: più si ascolta e più informazioni è possibile ricavare.

Potrebbe non sorprendervi sapere che, fino a poco tempo fa, i linguisti (coloro che studiano le lingue) sostenevano la teoria secondo la quale ogni volta che sentiamo una frase il nostro cervello la divide in segmenti. Uno studio ha rivelato che l’ordine delle parole potrebbe essere addirittura più importante dell’intera frase.

Rifletteteci: “Bread and butter” (pane e burro) e “butter and bread” (burro e pane) hanno lo stesso significato, ma solo una delle due frasi è scritta nell’ ordine delle parole corretto (bread and butter).

Cosa possiamo fare:

Imparare le singole parole può essere difficile, dato che una parola è portatrice di molteplici significati. Conoscere una parola non vuol dire necessariamente saperla usare. Quando imparate una nuova parola, è bene imparare anche come viene usata nelle espressioni, nelle frasi e in una conversazione.

La parola “retrospect”, ad esempio, vuol dire rivolgere uno sguardo al passato circa una determinata questione.  Molto probabilmente non vi capiterà mai di sentirla utilizzata senza la preposizione “in”: “In retrospect (a posteriori) I shouldn’t have eaten the whole cake” Imparate ad abbinare le parole e sembrerete molto più naturali quando parlate.

7. Imparare con la musica

Cosa dice la scienza:

Avete presente le canzoncine che vi insegnavano da piccoli in casa o a scuola? Com’è possibile che ricordiate ancora così bene quelle canzoni dopo tanto tempo?

Quando si è piccoli la musica gioca un ruolo fondamentale nell’apprendimento linguistico. Per questo motivo ai bambini vengono fatte ascoltare delle canzoncine per memorizzare lettere e numeri, imparare le vocali o nuove parole. Si usano gli schemi ripetitivi di canzoni e musica per aiutare i bambini a ricordare elementi importanti di una lingua.

Anche gli adulti beneficiano dell’apprendimento attraverso la musica. Si ritiene che sviluppare abilità linguistiche sia molto importante, mentre la musica giocherebbe, a detta di molti, un ruolo secondario. Secondo uno studio, però, il nostro metodo di apprendimento della musica e delle lingue straniere è quasi del tutto identico, oltre a essere importante allo stesso modo! Impariamo che i suoni“ba” e “da” sono diversi nello stesso modo in cui riconosciamo che una tromba e un pianoforte producono suoni differenti.

Cosa possiamo fare:

Di per sé la lingua è una tipo di musica. Sviluppare le proprie abilità linguistiche attraverso la musica permette di velocizzare e semplificare l’apprendimento. Moltissime canzoni sono perfette per imparare l’inglese e potrete trovarle facilmente su Youtube o proprio qui, su FluentU. Ascoltate queste canzoni, imparatele e parlerete molto presto come un madrelingua!

Non ci sono delle vere e proprie scorciatoie per imparare l’inglese velocemente, ma la scienza ha dimostrato che alcuni stratagemmi funzionano più velocemente e meglio di altri.

Come dimostrato da alcuni studi scientifici ed esperimenti, i trucchi di cui vi abbiamo parlato finora vi aiuteranno davvero ad imparare l’inglese velocemente e meglio.

E mentre imparerete e crescerete lo farà anche il vostro cervello!

If you liked this post, something tells me that you'll love FluentU, the best way to learn English with real-world videos.

Experience English immersion online!

Enter your e-mail address to get your free PDF!

We hate SPAM and promise to keep your email address safe

Close