consigli-imparare-inglese

Consigli per imparare l’inglese: 15 suggerimenti per apprenderlo velocemente e con facilità!!

Siete approdati su questo articolo alla ricerca di  consigli per imparare l’inglese velocemente, quindi partiremo altrettanto velocemente con un esempio: avete mai visto “Matrix”?

Se lo avete fatto, probabilmente ricorderete il momento in cui il personaggio principale, Neo, comincia i suoi “allenamenti”.

Invece di allenarsi gradualmente per diventare più forte, un altro personaggio semplicemente installa le informazioni nel suo cervello.

Dopo qualche secondo, Neo apre gli occhi ed esclama: “Conosco il Kung-Fu!”.

Per coloro che non l’hanno visto, ecco la scena del film.

Dal momento che state imparando una lingua straniera, probabilmente avrete capito dove voglio arrivare.

Quando ho visto la scena ho pensato: “Wow, vorrei poterlo fare col tedesco o lo spagnolo!”. Se state leggendo questo articolo, probabilmente avete pensato la stessa cosa riguardo l’apprendimento dell’inglese.

Sfortunatamente “Matrix” è frutto di fantasia, non ci sono programmi, pozioni segrete o pillole magiche che possono permettervi di apprendere istantaneamente l’inglese.

Serviranno duro lavoro e tanta dedizione.

Almeno, se state leggendo questo articolo, state facendo il primo passo e siete abbastanza motivati al miglioramento.

Oggi daremo un’occhiata a 15 consigli per imparare l’inglese velocemente, indipendentemente da quale sia il vostro attuale livello. Per ogni suggerimento, riceverete degli esempi e dei link che vi aiuteranno nel vostro viaggio nell’apprendimento della lingua!

Consigli per imparare l’inglese: 15 suggerimenti per apprenderlo velocemente e con facilità!

1. Pratica, pratica, pratica

Come abbiamo detto, non esistono metodi magici per imparare l’inglese all’istante. Dovrete lavorarci su… e parecchio. Il nostro principale consiglio per imparare l’inglese è…”Esercitatevi!

Se frequentate un corso, naturalmente, dovrete partecipare alle lezioni, fare i compiti per casa e e studiare quanto potete. I corsi sono l’ideale, in quanto conferiscono certificazioni e motivano allo studio. Ma se non potete (o non volete) seguirne uno, è sempre possibile far pratica nel tempo libero.

Fortunatamente, vivendo nell’era di internet, mettere alla prova le proprie capacità ed esercitarsi risulta più semplice che mai.

Potreste studiare per conto vostro. In questo caso, abbiamo parecchie risorse da consigliare e suggerimenti da darvi. Se preferite una avere una routine di apprendimento, ci sono dei corsi di inglese gratuiti che potreste prendere in considerazione come mezzi di studio principali, o come strumenti per ampliare le vostre conoscenze.

Inoltre, se non avete ancora provato FluentU o l’app per dispositivi Android e iOS, sarebbe un buon momento per farlo! È divertente, educativo ed economico. Migliorerete il vostro inglese guardando video, ampliando e utilizzando il vostro vocabolario e facendo quiz di comprensione. Provate la versione di prova gratuita!

2. Più vi eserciterete, meglio e più velocemente imparerete!

L’autore Malcom Gladwell sostiene che per diventare esperti in un campo, bisogna far pratica per almeno 10000 ore.

Si tratta di un sacco di tempo, quindi cominciate prima possibile.

Se volete migliorare la vostra grammatica cominciate con lezioni di grammatica generale o informatevi riguardo gli errori più comuni.

Se avete problemi nella comprensione della lingua parlata, potreste sfruttare le risorse di ascolto disponibili online, per poi spostarvi su podcast o audiolibri. Se volete anche aggiungere delle immagini ai suoni, cercate film e programmi TV che potranno aiutarvi a migliorare la vostra capacità di ascolto.

È invece molto semplice affinare le proprie capacità di lettura. Basta cercare libri semplici o libri che sono stati trasformati in film. Anche leggere blog online in inglese risulterà utile.

Allenarsi nella pronuncia e nello spelling risulta leggermente più difficile se non avete un madrelingua con cui parlare, ma nulla è impossibile. Cominciate con strategie generali di pratica della pronuncia, alcune possono essere intraprese senza un partner. Poi, cercate siti internet che diano l’occasione di parlare online. Leggete anche alcuni articoli riguardanti il perfezionamento della pronuncia.

Ultimo ma non ultimo: il vocabolario. Forse vorrete imparare dei detti o dei proverbi. O, magari, vi siete stancati di parlare come un robot e volete imparare un po’ di slang inglese. Imparate quali termini sembrano ok ma che probabilmente non lo sono.

Inoltre, considerate l’idea di ampliare il vostro vocabolario specifico riguardante alcuni dei vostri argomenti preferiti, che siano colori, sport (come il football/soccer), salute e benessere, cibo o aeroporti. E questo è solo l’inizio!

A quanto pare, questo consiglio per imparare l’inglese contiene un sacco di link. Non dimenticate che tutti i link di questa sezione riportano a un solo sito (FluentU) e che ci sono moltissimi altri siti web riguardanti l’apprendimento delle lingue.

3. Trovate la vostra motivazione!

Imparare una lingua sarà più divertente e molto più facile se avrete una ragione valida per farlo. Assicurarvi di concentrarvi sempre sul motivo per cui lo state facendo vi aiuterà a restare a galla quando le lezioni sembreranno farsi sempre più difficili.

Volete imparare l’inglese per ottenere un lavoro? Per viaggiare? Per far colpo su un ragazzo o una ragazza a scuola? O volete farlo semplicemente perché non è facile? Perché è una sfida? Qualunque sia la cosa che vi motiva, non perdetela di vista.

Potreste avere più di una ragione per volere imparare l’inglese, e potrebbero variare nel tempo in base alle situazioni.

4. Rendetelo divertente!

I consigli per imparare l’inglese di cui sopra sono già correlati a questo principio, ma è importante menzionarlo: imparare l’inglese è molto più semplice se lo rendete divertente. Dovreste farne letteralmente un gioco, ad esempio, giocando a giochi da tavola per l’apprendimento dell’inglese, o cercando di inserire sempre elementi di ludicizzazione nei vostri momenti di studio dell’inglese.

Capiamo bene che si tratta di un esempio molto fuori dal comune, ma nel film “Billy Madison”, lui studia con la sua ragazza Veronica. Se lui riesce a dare una risposta corretta, lei si toglie un capo d’abbigliamento. Anche se non raccomanderemmo lo “strip-studio”, apprezziamo l’impegno di Billy, in quanto riesce a trovare un modo “interessante” per rendere lo studio un momento di divertimento!

5. Per migliori risultati in futuro, cercate adesso più stimoli possibili!

Avrete certamente notato che durante ogni corso di lingue c’è un periodo iniziale in cui si fanno molte esercitazioni di ascolto e di lettura. Di solito, è il periodo precedente a quello in cui si comincia ad esprimersi e a scrivere. Si tratta del metodo di apprendimento più naturale per imparare qualcosa di nuovo. Prima di cominciare a fare qualunque cosa, bisogna ovviamente sapere come farlo.

C’è un famoso detto che dice “Non mettere il carro davanti al cavallo”. Significa che bisogna fare le cose nel corretto ordine. In questo caso in particolare, significa che inizialmente dovreste concentrarvi sul ricevere quanti più stimoli possibili e posticipare il momento in cui proverete a scrivere e a parlare, almeno all’inizio.

6. Concentratevi prima sulla comunicazione!

Il vocabolario inglese è immenso, la pronuncia è difficile e lo spelling porta una confusione incredibile. Inoltre, dato che nessuno è perfetto, durante la pratica farete degli errori. Il nostro consiglio per imparare l’inglese è… accettatelo prima possibile.

L’avete accettato? Ottimo!

Ora vi risulterà più facile comunicare con gli altri e farvi capire. Potrete perfezionare il resto dopo, durante il processo di apprendimento.

Quindi, come trovare un partner con cui comunicare? Chiedete ai vostri compagni, se ne avete, o cercateli utilizzando le risorse dei passaggi 1 e 2.

Potreste anche cercare amici-studenti di inglese su Facebook o altri social network. Usate internet a vostro favore cercando altri studenti o madrelingua. Potreste anche iscrivervi a CouchSurfing.com, che offre la possibilità di conoscere di persona altra gente durante i propri viaggi.

7. La struttura è importante!

Nonostante quanto menzionato nel consiglio n. 6, non dimenticate di imparare per bene il modo “corretto” di parlare. All’inizio del proprio processo di apprendimento del linguaggio, è utile parlare e non pensare troppo ai propri errori. Ma, per raggiungere un livello avanzato, la scelta delle parole adatte, lo spelling e la struttura grammaticale sono elementi basilari.

Pensate al linguaggio come a un edificio, e alla grammatica come le sue fondamenta: senza buone fondamenta, il vostro edificio prima o poi finirà col crollare. Evitate il crollo sfruttando siti come Englisch-Hilfen.de o leggendo altri articoli su FluentU  per migliorare la struttura del vostro inglese ed evitare errori.

8. Riconoscete che per imparare l’inglese non c’è uno schema preciso!

Se seguite un corso o studiate da un libro di testo, noterete che gli argomenti e le lezioni sono presentati o programmati in un determinato ordine.

Di solito, si parte dagli argomenti più facili e si prosegue verso quelli più difficili; ciò non significa che dobbiate necessariamente seguire l’ordine degli argomenti proposto dal libro.

Ci saranno alcune volte in cui vi annoierete e vorrete cercare nuove informazioni specifiche non presenti nel libro, o non trattate nelle lezioni. Altre volte, avrete bisogno di ritornare su argomenti che non avevate capito bene, cosa piuttosto normale e naturale!

Tenete a mente che ci saranno dei giorni in cui vi sentirete un invincibile super eroe della lingua, ma anche altri in cui non riuscireste a pronunciare una frase correttamente manco a pagarla. Sono alti e bassi normalissimi. Il nostro consiglio per imparare l’inglese? Continuate ad esercitarvi e siate pazienti, migliorerete sicuramente.

9. Non traducete tutto!

In quanto insegnante, noto che i miei studenti hanno spesso questo problema.

Un tempo era difficile cercare ogni parola in un dizionario, ma nell’era di internet e di Google Translate è diventato molto semplice ottenere “traduzioni”  veloci.

Resistete a questa tentazione.

Se tradurrete letteralmente ogni singola parola di una frase, probabilmente per un madrelingua suonerà insensata. Ciò vale per ogni lingua. La traduzione parola per parola non prende in considerazione dettagli importanti come la contestualizzazione, i cambiamenti di ausiliari e le preposizioni.

Leggendo un testo in inglese e cercando di tradurlo nella vostra lingua madre, il risultato non risulterebbe altrettanto pessimo. Resistere alla tentazione di usare questi “trucchetti sporchi” probabilmente rallenterebbe un po’ la velocità comunicazione, ma almeno non confonderete il vostro interlocutore.

10. Tenete un registro!

Dedicate una nota o un diario, sul telefono o sul computer, alla vostra esperienza di apprendimento dell’inglese. Ogni volta che apprendete una nuova parola, aggiungetela alla vostra nota, possibilmente con una definizione o un esempio. Potreste anche annotare in inglese le vostre esperienze su un diario, per esercitarvi nella scrittura.

Naturalmente, il beneficio del tenere note o diari è che vi porterà a scrivere spesso. Si tratta anche di un ottimo modo per ampliare il proprio vocabolario. Si dice che per capire e imparare come usare correttamente una parola, serva usarla e contestualizzarla correttamente almeno per tre volte. Tenere un diario può aiutare in questo processo.

Inoltre, riguardando vecchie annotazioni, potrete notare voi stessi quanto siete migliorati, guadagnando maggiore motivazione e fiducia in voi stessi e nelle vostre competenze.

11. Siate coerenti e responsabili!

Questo consiglio per imparare l’inglese può adattarsi al raggiungimento di ogni obiettivo personale.

Avrete maggiori possibilità di successo in qualsiasi obiettivo se vi dedicherete con coerenza e responsabilità al suo raggiungimento.

Leggete la storia “The tortoise and the hare” (La tartaruga e la lepre). Chi è lento ma costante arriva al traguardo.

Se dedicate solo 15 minuti al giorno allo studio dell’inglese ma lo fate con costanza, probabilmente avrete maggiori risultati rispetto a una lezione di 3 ore in un singolo giorno della settimana. Oppure, seguite questo link per consigli su come imparare l’inglese in soli 35 minuti al giorno.

Nello stesso tempo, se avete un partner, dei membri della vostra famiglia che sanno cosa state facendo o anche dei compagni di classe, otterrete da loro motivazione e voglia di proseguire nel processo di apprendimento.

12. Siate realisti!

Certo, sarebbe perfetto se poteste far pratica per 10 ore al giorno, ma probabilmente non succederà. Dovete riconoscere i vostri limiti, specialmente per quanto riguarda il tempo, e studiare entro quei limiti.

Come menzionato nel consiglio per imparare l’inglese n. 11, se potete dedicate all’inglese solo 15 minuti al giorno attenetevi al piano, invece di pianificare 2 ore di studio che non avverranno realisticamente mai.

Siate realistici anche riguardo le vostre motivazioni (consiglio n.3). Se volete imparare l’inglese per un meeting aziendale, non avrebbe senso comprare un libro sull’inglese turistico.

13. Riconoscete il vostro livello!

Consiglio simile a quello n.12. Per riconoscere i propri limiti, dovrete prima capire quali siano.

I test non sono mai divertenti, ma sono spesso utili per individuare le lacune più evidenti. Siti come Oxford e Cambridge offrono dei test ma, con una semplice ricerca su internet, potrete trovarne molti di più.

Una volta capito il livello delle vostre competenze, sarà più semplice dirigersi nella giusta direzione.

14. Fate attenzione alla pronuncia fin dall’inizio!

Qui si combinano i passaggi 6 e 7 in un solo, utile consiglio per imparare l’inglese: concentratevi sulla pronuncia sin dai primi giorni. Sarebbe altrimenti difficile correggere in futuro abitudini ormai consolidate.

Se correggete gli errori sin dall’inizio, avrete minori probabilità di cascarci in futuro.

Usate siti come ShipOrSheep.com per ottenere esempi di corretta pronuncia. Quando vi eserciterete, provate a fare rime per imparare per bene i suoni delle parole.

15. La tecnologia è vostra amica: utilizzatela!

Come avrete probabilmente notato da questi consigli e da tutti i link che contengono, internet è uno strumento grandioso per imparare le lingue. Amo ancora i libri ma, realisticamente parlando, al giorno d’oggi è più comune esercitarsi online che con i libri!

Abbiamo detto che non esiste uno strumento magico per apprendere l’inglese, ma internet è ciò che più si avvicina a una pillola magica o a un programma che installa l’inglese nel nostro cervello.

Quindi, continuate a sfruttare Wikipedia (o addirittura Wikipedia in inglese semplificato), usate Facebook e Snapchat, continuate a mandare messaggi di testo, ad ascoltare musica su Youtube e a scrivere! Ogni modo in cui vi esercitate può potenzialmente ampliare le vostre competenze, quindi approfittate delle gigantesche risorse offerte dalla nostra era moderna!

Seguendo questo consiglio (e i precedenti 14) magari non imparerete l’inglese istantaneamente e perfettamente.

Ma aumenterete senza alcun dubbio le vostre competenze.

Prima che possiate rendervene conto, potrete aprire  vostri occhi, eseguire la vostra migliore imitazione di Neo e dire con aria seria “Conosco l’inglese!”


Ryan Sitzman insegna Inglese e, alcune volte, Tedesco in Costa Rica. Ama imparare, viaggiare, il caffè, le lingue, la fotografia, i libri e il cinema, non necessariamente in quest’ordine. Per saperne di più o per contattarlo, accedete al suo sito web: Sitzman ABC.

If you liked this post, something tells me that you'll love FluentU, the best way to learn English with real-world videos.

Experience English immersion online!

Enter your e-mail address to get your free PDF!

We hate SPAM and promise to keep your email address safe

Close