scrivere-in-inglese

Scrivere in inglese: dedicatevi a un blog per migliorare attivamente nella scrittura in lingua inglese!!

Nel 2013, in rete, erano presenti circa 152 milioni di blog.

Indovinate un po’? Potreste scriverne uno anche voi!

Sul serio, potreste farlo, e sarebbe un metodo per migliorare drasticamente il vostro modo di scrivere in inglese.

I blog possono essere considerati come dei diari online accessibili al mondo intero. Potrebbero essere informativi, di studio, divertenti, accademici… non esiste un argomento su cui non si possa creare un blog.

Ci sono blog per imparare l’inglese e divertenti blog sui viaggi scritti in un inglese semplice!

Se leggere un blog è un modo divertente e coinvolgente per imparare l’inglesecreare il  proprio blog è un metodo unico per migliorare il proprio modo di scrivere in inglese.

Scrivere un blog offre la possibilità di prendersi il proprio tempo per comporre i pensieri in inglese, cosa non possibile nella comunicazione verbale.

A differenza dei social network, un blog offre molto più “spazio di scrittura”, non ha un limite di parole inseribili.

Dunque, se volete migliorare il vostro metodo di scrittura, ecco a voi 5 consigli su come  imparare a scrivere in inglese dedicandovi a un blog!!

Scrivere in inglese: perchè dedicarsi a un blog?

Avete mai sentito la frase “la pratica avvicina alla perfezione”? È assolutamente vero. Più fate qualcosa, meglio la farete in futuro. Che sia praticare uno sport o scrivere in inglese, esercitarsi porterà sempre dei miglioramenti.

Non sempre si trovano metodi interessanti per allenarsi in determinati campi, in particolar modo in quello della scrittura. Questo è uno dei motivi per cui scrivere un blog è un metodo eccellente, una buona alternativa.

Creando un blog potrete:

  • Ampliare il vostro vocabolario e le vostre competenze grammaticali scrivendo articoli riguardanti diversi argomenti.
  • Ottenere dei feedback da chi leggerà i vostri articoli.
  • Sfidare voi stessi nel trovare nuove strutture delle frasi.
  • Scoprire le vostre lacune in inglese e cosa dovete ripassare.
  • Scrivere di argomenti che trovate interessanti

Vogliamo cominciare? Vediamo come creare un blog.

Scrivere in inglese: dove creare un blog?

Ci sono molte piattaforme gratuite sulle quali potreste creare un blog, senza aver bisogno di competenze tecniche particolari. Basterà creare un account, cliccare su “crea un nuovo blog” e cominciare a scrivere in inglese! Sono passaggi piuttosto semplici, chiunque potrebbe farlo!

Alcune tra le piattaforme più popolari e semplici sono:

  • Blogger  – Blogger era molto più popolare alcuni anni fa, ma conta ancora un nutrito numero di utenti. La piattaforma fa parte di Google, quindi potreste accedervi col vostro Google account. È molto semplice da usare, perfetta per il nostro tipo di blog.
  • WordPress – Si tratta di uno dei siti gratuiti di blog più popolari e utilizzati del web. Potreste utilizzare le funzioni di base (scrivere e pubblicare i vostri articoli) o utilizzare funzioni aggiuntive (linkare i vostri articoli sui social network).
  • Tumblr – Se WordPress è la piattaforma di blog più potente e conosciuta, Tumblr è la più semplice da usare. Si tratta di una piattaforma basata sul postare immagini, ma sta a voi come usarla. La comunità di Tumblr è in genere molto amichevole, quindi è un “luogo” piacevole in cui cominciare una conversazione

Una volta scelta la “casa” del vostro blog, procediamo mettendolo in piedi!

Scrivere in inglese: consigli utili per creare un blog!

Creare un blog include altre cose, oltre alla scrittura. Se cominciate semplicemente a scrivere, potreste non godere di certi aspetti dell’avere un blog.

Ecco alcuni consigli da seguire quando creerete il vostro primo blog:

  • Scegliete un argomento: di cosa parlerà il vostro blog? Cucina? Film? Cucito? Apprendimento dell’inglese? Pensate alle ragioni per cui volete imparare l’inglese. Il vostro blog dovrebbe riguardare qualcosa che amate, ma dovrebbe anche essere adatto al vostro scopo, che è imparare a scrivere in inglese correttamente. Il tema del vostro blog influirà sul suo design, quindi prendetevi del tempo per deciderne uno.
  • Cominciate a scrivere: in ogni caso, non lasciate che il passaggio precedente vi rubi troppo tempo prezioso. La prima importante regola è scrivere spesso e regolarmente. Se proprio non riuscite a scegliere un argomento, provate a trattarne vari. Se non volete impegnare troppo tempo nel design, scegliete un modello di blog già pronto, di solito presenti nelle piattaforme elencate sopra. Impegnatevi a scrivere sul vostro blog il giorno stesso in cui l’avete creato.
  • Pianificate: scrivere regolarmente può sembrare semplice, ma se lo fate per la prima volta può essere più complicato del previsto. Potreste non aver voglia di scrivere e finire col posticipare continuamente. Per prevenire questa evenienza, create degli “appuntamenti fissi con la scrittura”. Potreste scrivere sabato alle 19 per mezz’ora, ad esempio. Programmate quando farlo e abituatevi a seguire sempre la stessa tabella di marcia.
  • Leggete blog di altre persone: si tratta di una buona abitudine da mantenere, anche dopo aver creato il proprio blog. Leggendo quelli altrui, vi eserciterete nella lettura in inglese. Inoltre, vi sarà utile per trovare ispirazioni, idee, amici e (perché no?) lettori per il vostro blog.
  • Create connessioni: mentre leggete altri blog, lasciate commenti e unitevi alle conversazioni. Invitate amici e altri studenti di inglese a leggere il vostro blog. Entrate in contatto con insegnanti e madrelingua in persona, online o attraverso i loro blog. Trovate gente a cui piace leggere ciò che scrivete, in modo che il vostro blog abbia un pubblico di lettori. Quando ne avrete abbastanza, chiedetegli di correggere i vostri errori grammaticali e regolatevi in base a quelle che scoprirete essere le vostre lacune.
  • Usate il vostro blog per espandervi verso altre risorse online: un blog non è l’unico modo per imparare l’inglese online, ma può essere un ottimo inizio! Sfruttate il vostro essere dei “bloggers” per unirvi a comunità online di studenti di inglese, sui social media o sui forum.

Scrivere in inglese: 6 metodi per migliorare attraverso il proprio blog!!

Ora che siete pronti a partire, eccovi alcuni consigli per migliorare il vostro inglese scritto:

1. Integrate in ciò che scrivete le informazioni che apprendete

Avete imparato una parola nuova? Cercate di usarla nel vostro blog il giorno stesso. Trovate difficoltà nell’applicare una regola grammaticale? Utilizzatela nel vostro blog. Avete sentito un madrelingua usare una frase che vi ha colpito? Esatto, usatela anche voi nel vostro prossimo articolo!

Un blog è un luogo in cui far pratica. E prima utilizzerete le nuove informazioni con cui entrerete in contatto, meglio le apprenderete. Imprimerete nella mente con facilità tutto ciò che scriverete.

Se scrivere è un modo efficace per ricordare le cose (motivo per cui scriviamo liste della spesa), scrivere un blog è considerabile un metodo divertente per memorizzare nuove nozioni.

2. Rileggete e correggete.

Nessuno è perfetto. Il vostro libro preferito è stato probabilmente corretto e riscritto svariate volte prima di finire nelle vostre mani. Probabilmente farete parecchi errori di scrittura, ma va bene così. È del tutto naturale! L’importante è imparare da essi.

Quindi, prima di pubblicare un articolo sul vostro blog, rileggetelo attentamente e correggete ogni errore che notate. Può essere utile creare un vademecum a cui affidarsi durante la rilettura, come questo. Se non volete utilizzare un vademecum (sconsigliato) concentratevi su:

  • Spelling: usate il controllo ortografico del vostro browser.Ricordate che non rileva come errore le parole che si pronunciano ugualmente ma che hanno diversi significati e si scrivono in modo diverso.
  • Punteggiatura: ogni frase dovrebbe terminare con un punto (.), un punto esclamativo (!) o un punto interrogativo (?).
  • Uso delle maiuscole: tutte le frasi e i nomi propri (come nomi di persone e luoghi) dovrebbero iniziare con una lettera maiuscola.
  • Lunghezza delle frasi:  il modo più semplice per identificare frasi sconnesse è concentrarsi su quelle che che a prima vista sembrano troppo lunghe o troppo corte.
  • Grammatica: seguite le corrette regole grammaticali? Il soggetto e predicato sono relativi l’uno all’altro? I tempi dei verbi seguono una continuità?

Ricordate che un blog può essere modificato con semplicità anche una volta pubblicato. Se voi o un vostro lettore notate un errore o se pensate che una frase possa suonare meglio se impostata in maniera diversa, non esitate a modificare l’articolo.

Rileggere e correggere vi rende consapevoli di ciò che scrivete. Potrete far caso, ad esempio, al fatto che scrivete in maniera errata la stessa parola ogni volta che dovete usarla. Si tratta del modo migliore per scoprire cosa dovreste ripassare!

3. Scrivete introduzioni:

Non importa quanto amiate scrivere, verrà il giorno in cui guarderete il vostro schermo bianco ma nulla uscirà dalla vostra testa, non riuscirete a scrivere una singola parola: si chiama “blocco dello scrittore” e, prima o dopo, succede a tutti. Quando vi accadrà, non rinunciate a scrivere ma, invece, scrivete introduzioni che vi diano la scintilla per accendere il fuoco della scrittura.

Un’introduzione è un’idea che trasporta naturalmente nella scrittura. Può aiutarvi quando non vi viene in mente nulla da scrivere.  Può aiutarvi a introdurre nuovi argomenti in cui usare nuove parole e frasi che altrimenti non utilizzereste.

Ecco alcune semplici introduzioni che portano naturalmente a scrivere e a rimettere in movimento il cervello:

  • Cosa fareste con un milione di dollari?

Questa introduzione vi aiuterà a padroneggiare l’uso del condizionale (le frasi che parlano di situazioni immaginarie di solito cominciano con la parola “if”). Consiglio: potreste rispondere “If I had a million dollars, I would…” (Se avessi un milione di dollari, farei…).

  • Scrivete una lettera a chi vi ha rubato l’ombrello.

Questo metodo per dare una “spintarella” alla vostra scrittura vi aiuterà a far pratica nello scrivere lettere formali o sarcastiche. Sarebbe divertente scrivere “I love getting rained on after a hard day of work!” (“Amo farmi una doccia di pioggia dopo una dura giornata di lavoro!“), quando ovviamente intendete esprimere l’emozione opposta.

  • Cominciate l’articolo con una frase del tipo: “Il giorno più bello della mia vita è stato…”

Questa introduzione puoi aiutarvi a fare pratica nell’uso dei verbi al tempo passato. Potreste immaginare di scrivere una email a un amico.

Ecco una tonnellata di siti con introduzioni. Eccone un altro con una ricca selezione di introduzioni, la rete è piena di siti che offrono idee da cui prendere spunto.

4. Provate tutto ciò che vi viene in mente

Il vostro blog è il vostro parco giochi: qui potete fare ciò che vi pare e piace. Ciò significa che potete sperimentare con stili di scrittura nuovi. Ci sono vari diversi articoli e argomenti tra cui scegliere, se volete scrivere. Potreste fare una lista numerata (“The 5 top best…”/“I 5 migliori…”), creare una dei dialoghi, una descrizione di un prodotto o di un libro che avete letto, un poema… qualsiasi cosa!

Cambiare stile aiuta in 2 modi: (1) mantiene viva la vostra creatività, niente uccide la creatività come la monotonia. (2) si tratta di una nuova sfida, qualcosa di nuovo con cui mettersi alla prova.

Pensate al blog come a una palestra, e alle vostre competenze come a dei muscoli. Differenti tipi di blog potenzieranno diverse competenze e abilità linguistiche. Ad esempio, scrivendo un dialogo potrete meglio comprendere le regole della punteggiatura (dove metto un punto interrogativo? Prima o dopo la frase?) e l’uso dello slang inglese (usare “I have to” o “I gotta”?).

Per usare uno stile di scrittura più formale, potreste scrivere una critica su un film o su un libro inglese. Vi aiuterà a ricordare e a capire meglio il film o il libro.

Adottando diversi stili di scrittura e scrivendo articoli di ogni genere migliorerete le vostre capacità facilmente e velocemente.

5. Cominciate conversazioni:

Probabilmente vi è capitato di lasciare dei commenti su qualche blog. Adesso la conversazione deve spostarsi sul vostro! Come abbiamo detto, vi toccherà incoraggiare le persone alla lettura del vostro blog in modo da ricevere risposte, correzioni e feedback. Il vostro blog dovrebbe essere un luogo di conversazione.

Provate a terminare gli articoli con una domanda ai vostri lettori! Quando ricevete un commento, assicuratevi di rispondere. Si tratta di un modo perfetto per far pratica di conversazione scritta.

Unirvi alle conversazioni tra i commenti vi permetterà di capire meglio le similitudini e le differenze tra l’inglese scritto e quello parlato. Ad esempio, molta gente accorcia e abbrevia più parole mentre scrive online rispetto a quando parla. Ciò dipende dal fatto che impieghiamo un tempo maggiore scrivendo, e risparmiare tempo al giorno d’oggi, è una regola.

 6. Rileggete e riscrivete:

Una volta che comincerete a scrivere regolarmente, dopo qualche mese, ricontrollate i vostri primi articoli. Sembrano diversi? Più passa il tempo, più migliorerete le vostre capacità di scrittura… e peggiori vi sembreranno i vostri vecchi articoli di cui andavate tanto fieri!

Provate a scegliere un vecchio articolo dal vostro blog ogni settimana e riscrivetelo sfruttando le vostre nuove competenze.

Riscrivere vecchi blog vi mostrerà quanto avete imparato nel tempo. Vi darà l’occasione di correggere i vostri stessi errori. Insegnare a qualcun altro è un buon modo per imparare (anche se si tratta di voi stessi qualche settimana fa).

 

Ora smettete di leggere e correte a scrivere in inglese il vostro blog! Assicuratevi di condividerlo con noi su Twitter (@FluentUEnglish) e su Facebook  (FluentU English). Aspettiamo con ansia di leggere i vostri articoli!!!

If you liked this post, something tells me that you'll love FluentU, the best way to learn English with real-world videos.

Experience English immersion online!

Enter your e-mail address to get your free PDF!

We hate SPAM and promise to keep your email address safe

Close