grammatica-inglese-3

Grammatica Inglese: 12 Consigli per Padroneggiare al Meglio la Lingua

Grammar.

Pronunciate questa parola a voce alta e gli studenti di inglese intorno a voi inizieranno a tremare.

Diciamo la verità: imparare la grammatica inglese non è sempre divertente, anzi, può essere un’impresa complessa, difficile e a volte persino noiosa.

Nonostante ciò, tantissimi studenti in tutto il mondo continuano a sforzarsi per apprendere le regole della grammatica inglese. Perché? Perché conoscere la grammatica inglese è essenziale per comunicare in questa lingua.

La conoscenza della grammatica è uno dei pilastri portanti della padronanza dell’inglese: è indispensabile per scrivere, parlare e capire.

Quanto scritto sopra potrebbe scoraggiarvi, ma eccovi una buona notizia: padroneggiare la grammatica inglese non è impossibile.

Infatti, con qualche consiglio, potrete superare diversi ostacoli che tutti gli studenti si trovano di fronte quando decidono di imparare la grammatica inglese.

In questo articolo vi proponiamo 12 consigli per comprendere la grammatica inglese ed evitare gli errori più comuni . In questo modo, sarete in grado di destreggiarvi in qualsiasi situazione!

Grammatica Inglese: 12 Consigli per Padroneggiare al Meglio la Lingua

1. Memorizzate le 3 Regole Fondamentali sulle Maiuscole

Potreste pensare che le regole sull’utilizzo delle maiuscole non siano particolarmente importanti, tuttavia il cattivo uso delle maiuscole rappresenta la dimostrazione di una scarsa padronanza della lingua inglese. Un testo in cui le maiuscole vengono utilizzate adeguatamente ha un aspetto più professionale, ordinato e corretto.

La cattiva notizia è che dovrete per forza memorizzare le regole d’uso delle maiuscole. La buona notizia, invece, è che non c’è poi così tanto da memorizzare. Di seguito vi illustriamo le tre regole fondamentali per ricordare quali parole inglesi devono essere scritte con la prima lettera maiuscola:

  • La prima parola di una frase. La prima parola di una frase deve sempre essere scritta con la lettera maiuscola, a prescindere dal tipo di parola.
  • Nomi propri. Vale a dire i nomi di persone, luoghi, giorni e mesi, aziende e così via. Per esempio: Matthew, Helen, France, Tokyo, Mississippi, Microsoft, Saturday, January…
  • Titoli e onorifici. Mr., Mrs., Ms., Miss, Doctor (Dr.), President, Lord, etc.

Se desiderate consultare altri esempi, la Towson University offre una lista completa delle parole inglesi da scrivere in maiuscolo.

2. I e Me Non Sono Intercambiabili

Quale delle seguenti frasi pensate sia grammaticalmente corretta?

Matt and I went for a walk.
(Io e Matt siamo andati a fare una passeggiata)

Matt and me went for a walk.
(Matt e me siamo andati a fare una passeggiata)

Se avete pensato la prima, avete pensato giusto! Tuttavia, non preoccupatevi se avete sbagliato risposta. Anche molti madrelingua inglesi sbagliano in questo modo, tanto che potrebbe capitarvi spesso di sentire la seconda frase in una conversazione informale, anche se sbagliata.

I e me non son intercambiabili e si utilizzano in costruzioni grammaticali differenti.

I è un pronome che funge da soggetto all’interno della frase. Nel primo esempio, Matt and I went for a walk, sia I che Matt sono soggetti della frase, mentre went è il verbo.

Me è un pronome che funge da oggetto all’interno della frase. Me si utilizza quando qualcun’altro compie l’azione espressa dal verbo. Utilizzando lo stesso esempio, sarebbe perfettamente corretto dire: Matt took me for a walk, dove Matt è il soggetto, mentre me è l’oggetto della frase.

Distinguere soggetto ed oggetto vi aiuterà a utilizzare questo tipo di pronomi alla perfezione!

3. Fate Attenzione all’Uso di Your e You’re

Questo è forse l’errore più diffuso sul web al giorno d’oggi. Your e you’re si pronunciano nello stesso modo, ma il loro significato, così come il loro utilizzo, è differente.

Your è un pronome possessivo che attribuisce qualcosa a you (tu, pronome):

  • Your dinner is getting cold.
    (La tua cena si sta freddando)
  • Your friends have reserved a table for the party.
    (I tuoi amici hanno prenotato un tavolo per la festa)
  • Your work is impressive!
    (Il tuo lavoro è impressionante!)

You’re è la forma contratta di you are:

  • You’re nice to me. (You are nice to me.)
    (Tu sei gentile con me)
  • You’re going to a party. (You are going to a party.)
    (Tu stai andando alla festa)
  • You’re a very successful writer. (You are a very successful writer.)
    (Tu sei uno scrittore di grande successo)

Gli errori si verificano quando, persino tra i madrelingua, i pronomi possessivi vengono scambiati con le forme contratte. Potrebbe capitarvi spesso di leggere frasi come your wrong (invece che you’re wrong), you’re sister (invece che your sister), e così via. Si tratta di errori grammaticali semplici da evitare. Cercate di non ripeterli!

4. Fate Attenzione all’Uso di Their, They’re e There

Questo è un altro caso di confusione tra pronomi, forme contratte e, in più, avverbi. Andiamo ad analizzare ciascuna di queste parole.

Their è un pronome possessivo e si utilizza per indicare che qualcosa è di proprietà di them (loro/essi, pronome).

  • Their car has broken down.
    (La loro macchina si è rotta)
  • Their dinner party was a big hit.
    (La loro cena è stata un grande successo)

  • It’s not their child.
    (Non è il loro figlio)

They’re è la forma contratta di they are, molto simile a you’re.

  • If they’re not coming, I’m leaving early. (If they are not coming, I’m leaving early.)
    (Se loro non arrivano, me ne vado prima)
  • They’re so happy to have been invited! (They are so happy to have been invited!)
    (Loro sono così felici di essere stati invitati!)
  • She doesn’t think they’re going to like it. (She doesn’t think they are going to like it.)
    (Lei non pensa che a loro piacerà)

There è un avverbio di luogo, quindi indica la posizione di qualcosa, sia specifica che astratta.

  • Your keys are over there, on the table.
    (Le tue chiavi sono , sul tavolo)
  • When we got there, the place was already closed.
    (Quando arrivammo , il posto era già chiuso)
  • There is more than one way to skin a cat.
    (C’è più di un modo per scuoiare un gatto)
    (Tranquilli, è un’espressione idiomatica che significa: esiste più di un modo per ottenere qualcosa.)

Una volta comprese le differenze tra queste tre parole, non commetterete mai più errori come their nice (invece che they’re nice; il loro nipote) oppure there dog (invece che their dog; il loro cane).

Questo divertente fumetto tratto dal sito The Oatmeal offre qualche esempio in più sugli errori più comuni che nascono dalla confusione tra forme contratte e pronomi.

5. Esiste una Sottile Differenza tra Muste Have To

I verbi modali inglesi servono a esprimere probabilità, possibilità, obbligazione e tanto altro. Tra i verbi modali più comuni ricordiamo: can, may, must, will e shall. Must indica l’obbligo o la necessità di fare qualcosa.

  • must wake up early to catch a morning train.
    (Devo svegliarmi presto per prendere il treno del mattino)
  • We must understand the difference between “there” and “their” to be better English speakers.
    (Dobbiamo capire la differenza tra there e their per parlare meglio l’inglese)
  • She must do her homework.
    (Lei deve fare i compiti)

Tuttavia, si può dire anche:

  • I have to wake up early to catch a morning train.
  • We have to understand the difference between “there” and “their” to be better English speakers.
  • She has to do her homework.

Entrambi sono grammaticalmente corretti. Quindi non c’è nessuna differenza?

Sbagliato!

La differenza tra must e have to esiste, ma è molto sottile. Entrambi i verbi si usano per indicare un obbligo, ma must indica un’opinione o un suggerimento. Have to, invece, è un’espressione che indica un obbligo più oggettivo determinato da una forza esterna.

Di conseguenza, dire she must do her homework implica un’opinione. Mentre dire she has to do her homework sottintende una necessità imposta, per esempio, dall’insegnante.

Must e have to vengono usati in modo intercambiabile nell’inglese colloquiale. Tuttavia, nelle situazioni formali, distinguere l’uso delle due forme può fare la differenza.

6. Controllate Sempre la Concordanza tra Soggetto e Verbo

Una delle regole più basilari dell’inglese afferma che il soggetto di una frase deve necessariamente concordare con il suo verbo. In altre parole, il verbo deve avere una forma compatibile con il soggetto. Per acquisire la padronanza dell’inglese, comprendere la concordanza soggetto-verbo è indispensabile.

Il soggetto di una frase può essere singolare o plurale, e questa caratteristica determina la forma che assumerà il verbo. Per esempio:

  • She likes pizza.
    (Lei adora la pizza)
  • They like burgers.
    (Loro adorano gli hamburger)

Queste sono frasi semplici composte da una sola proposizione (soggetto + verbo), ma cosa succede quando le frasi diventano più complicate? Quando sono presenti più soggetti collegati dalla congiunzione and, si parla di un soggetto composto che richiede l’uso del plurale.

  • Lily and Tom want to order pizza. (They want to order pizza.)
    (Lilly e Tom vogliono ordinare la pizza / Loro vogliono ordinare la pizza)
  • Matt and I are going for a walk. (We are going for a walk.)
    (Io e Matt andiamo a fare una passeggiata / Noi andiamo a fare una passeggiata)
  • A book, a few cards and pencils were on the table. (They were on the table.)
    (Un libro, alcune carte e delle matite erano sul tavolo / Essi erano sul tavolo)

Tuttavia, in alcune situazioni le cose si fanno davvero complicate. A volte il soggetto è accompagnato da ulteriori informazioni precedute da avverbi come along with, together with, aswell as, such as e altri.

In questi casi il soggetto non è da considerare come un soggetto composto e quindi non richiede un verbo plurale.

  • Lily, just like Tom, wants to order pizza. (She wants to order pizza. So does Tom.)
    (Lily, proprio come Tom, vuole ordinare la pizza / Lei vuole ordinare la pizza, così come Tom)
  • I, together with Matt, am going for a walk. (I am going for a walk. Matt is going with me.)
    (Io vado a fare una passeggiata assieme a Matt / Sto andando a fare una passeggiata e Matt verrà con me).
    Tenete presente che questa è una frase un po’ anomala dove l’utilizzo del soggetto composto Matt and I sarebbe preferibile.
  • A book, along with a few cards and pencils, was on the table. (A book was on the table. There were also a few cards and pencils.)
    (Un libro, assieme ad alcune carte e matite, era sul tavolo / Un libro era sul tavolo. C’erano anche delle carte e delle matite).

Potete notare come questi elementi della frase offrano informazioni aggiuntive non indispensabili. Senza di esse, la frase sarebbe meno informativa, ma comunque corretta.

Un metodo semplice per controllare la concordanza soggetto-verbo consiste nel sostituire il soggetto con un pronome, come abbiamo visto nella prima frase proposta sopra.

  • Lily, just like Tom, wants to order pizza. (She wants to order pizza.)
    (Lily, proprio come Tom, vuole ordinare la pizza / Lei vuole ordinare la pizza)
  • Lily and Tom want to order pizza. (They want to order pizza.)
    (Lily e Tom vogliono ordinare la pizza / Loro vogliono ordinare la pizza)

Se la frase ha senso, significa che avete rispettato la concordanza soggetto-verbo.

7. Utilizzate un Mix di Verbi in Forma Attiva e Passiva

In molte frasi in inglese, il soggetto è l’elemento che esegue l’azione descritta dal verbo. In questi casi si parla di active voice cioè della forma attiva.

  • While the children played a game in the backyard, their dad prepared dinner.
    (Mentre i bambini giocavano in cortile, il loro papà preparava la cena).

Entrambe le proposizioni che compongono questa frase contengono la forma attiva: children played (a game) e their dad prepared (dinner).

In altre circostanze, il soggetto è l’elemento che subisce l’azione. Questo significa che qualcun altro sta eseguendo l’azione al suo posto! In questi casi si parla di passive voice, cioè della forma passiva.

  • While a game was played by the kids, dinner was prepared by their dad.
    (Mentre un gioco veniva giocato dai bambini, la cena veniva preparata dal papà)

Anche questa frase contiene due proposizioni, ed entrambe sono utilizzano la forma passiva: the game was played (by the kids) e while dinner was prepared (by their dad).

Nonostante utilizzare la forma passiva troppo spesso sia sconsigliato, dovreste comunque imparare a riconoscere e utilizzare entrambe le forme.

Un buon mix di verbi in forma attiva e passiva renderà il vostro inglese vario ed espressivo, soprattutto quello scritto. Non temete le combinazioni!

Su Oxford Dictionaries potrete consultare altri ottimi esempi  dell’uso della forma attiva e passiva.

8. Per i Nomi Collettivi, il Contesto è Fondamentale

A volte un sostantivo singolare indica un gruppo di persone o di cose. Come si coniuga il verbo in questi casi?

La parola family è singolare o plurale? E il termine government? Che mi dite di crowd e flock?

Siete confusi? Non preoccupatevi, si tratta semplicemente dei nomi collettivi e il loro uso dipende dal contesto.

Innanzitutto, è necessario stabilire se si sta utilizzando l’inglese britannico o quello americano.

Nell’inglese americano i nomi collettivi sono solitamente accompagnati da un verbo al singolare. Per esempio:

  • My family loves me a lot.
    (La mia famiglia mi ama tanto)
  • The American government is voting on this issue today.
    (Il governo americano voterà sulla questione oggi).
  • The cast was present for the movie premiere.
    (Il cast era presente all’anteprima del film)

Esistono due importanti eccezioni in cui probabilmente vi imbatterete durante le conversazioni informali: police e people.

Police e people sono sempre accompagnate da un verbo al plurale.

  • The Boston Police make weekly reports on the matter.
    (La polizia di Boston realizza resoconti settimanali sulla questione)
  • People are starting to wonder what’s going on.
    (La gente inizia a chiedersi cosa stia accadendo)

Tuttavia, nell’inglese britannico, i nomi collettivi possono presentare un verbo singolare o plurale in base al resto della frase. Se il nome collettivo indica un gruppo di elementi che agiscono come una singola unità, allora si userà il verbo al singolare. Se invece il nome collettivo indica diversi individui o cose che agiscono indipendentemente, allora si utilizza il verbo al plurale.

Per esempio:

  • The visiting team is losing.
    (La squadra in trasferta sta perdendo)
    (La squadra rappresenta un’unità che sta perdendo la partita.)
  • My family are all coming to the wedding.
    (Al matrimonio verrà tutta la mia famiglia)
    (“Family” indica varie persone differenti che arriveranno al matrimonio, ma non per forza tutte assieme.)
  • The staff disagree on the deadline for the project.
    (Lo staff non è d’accordo sulla scadenza del progetto)
    (la parola staff indica dei dipendenti che hanno diverse opinioni riguardo la scadenza del progetto.)

A prescindere da come tratterete un nome collettivo, come singolare o come plurale, assicuratevi che rimanga tale.

Sbagliato: The team is on a winning streak.
(La squadra sta collezionando diverse vittorie) They beat every other team so far.
(Finora hanno battuto qualsiasi altra squadra)

Corretto: The team is on a winning streak. (La squadra sta collezionando diverse vittorie) It beat every other team so far. (Finora ha battuto qualsiasi altra squadra)

Ricordate il consiglio numero sei, assicuratevi di mantenere sempre la concordanza soggetto-verbo e i nomi collettivi non vi confonderanno più!

9. Utilizzate Sempre delle Frasi Complete, Non dei Frammenti di Frase

La frase più semplice in inglese è composta da due elementi: soggetto e verbo.

  • She sings.
    (Lei canta)
  • I write.
    (Io scrivo)
  • They survived.
    (Loro sono sopravvissuti)

Soggetto e verbo sono i requisiti minimi per la costruzione di una frase in inglese, se uno di due viene a mancare, la frase non è considerabile come completa, ma diventa un frammento di frase:

  • Walking past the house
    (passando davanti alla casa)
  • Survived the ordeal
    (sopravvissuto alla disavventura)
  • Prefer this sandwich
    (preferire questo sandwich)

I frammenti di frase non devono essere usati da soli. Gli esempi proposti sopra possono essere facilmente trasformati in frasi complete o diventare parte di una frase più lunga. Per esempio:

  • Walking past the house, I noticed the lights were on.
    (Passando davanti alla casa, ho notato che le luci erano accese)
  • She is happy to have survived the ordeal.
    (Lei è felice di essere sopravvissuta alla disavventura)
  • I would prefer this sandwich.
    (Io preferirei questo sandwich)

La scrittura di frasi complete è fondamentale. Controllate sempre la presenza di un soggetto e di un verbo nelle vostre frasi. Nel caso in cui non troviate uno dei due, inseritelo subito! Collegare i frammenti di frase per costruire frasi più complesse renderà il vostro inglese, sia parlato che scritto, più corretto e vario.

10. Semplificatevi la Vita Imparando le Question Tags

Avete sicuramente presente quelle brevi domande che a volte vengono aggiunte alla fine di una frase, no?

Queste domande prendono il nome di question tags, e sono eccezionali, non credete?

Possono rendere la vostra vita molto più semplice, soprattutto durante le conversazioni in inglese, in quanto vi permettono di trasformare facilmente delle affermazioni in domande si/no.

La regola per formare le question tags è semplice: se il verbo principale della frase è positivo, la question tag avrà una forma negativa. Se invece il verbo principale è negativo (quindi contiene not al suo interno), la question tag sarà in forma positiva. Una question tag è sempre conforme al verbo principale della frase.

  • She forgot her lunch, didn’t she?
    (Ha dimenticato il pranzo, non è vero?)
    oppure
    She didn’t forget her lunch, did she?
    (Non ha dimenticato il pranzo, vero?)
  • He isn’t going to the party, is he?
    (Non andrà alla festa, vero?)
    oppure
    He is going to the party, isn’t he?
    (Andrà alla festa, no?)

Tuttavia, c’è un particolare da tenere a mente: se il verbo principale della frase è I am, la question tag corrispondente sarà aren’t I.

  • I am going to have to change my plans, aren’t I?
    (Dovrò modificare i miei piani, no?)

Se non vi sentite di utilizzare la forma contratta per costruire una question tag negativa, state attenti alla posizione di “not”.

  • She forgot her lunch, did she not?
  • He is going to the party, is he not?

Avete bisogno di altri esempi? The British Council spiega le basi delle question tags e vi offre alcuni esempi aggiuntivi!

11. Sentitevi Liberi di Usare le Preposizioni non Connesse Sintatticamente

Quando una preposizione viene separata dal suo oggetto all’interno di una frase (o quando l’oggetto non è proprio presente), questa diventa una dangling preposition, cioè una preposizione non connessa sintatticamente.

  • Whom are you talking to?
    (Con chi stai parlando?)
  • You can come downstairs; there’s nothing to be afraid of.
    (Puoi venire giù, non c’è niente di cui aver paura)

Secondo una leggenda grammaticale questo tipo di preposizioni non sono accettabili e potreste imbattervi in madrelingua inglesi che pensano che sia sbagliato concludere una frase con una preposizione, tuttavia, le dangling prepositions non sono grammaticalmente scorrette.

In realtà, evitare le preposizioni sintatticamente sconnesse può risultare nella produzione di frasi insolite! Per esempio:

  • To whom are you talking?
  • You can come downstairs; there’s nothing of which to be afraid.

Queste frasi sono corrette, ma suonano male. Se siete in grado di capire le preposizioni non connesse sintatticamente e il loro ruolo all’interno della grammatica inglese, allora sentitevi liberi di usarle!

12. Ma State Attenti ai Participi non Connessi Sintatticamente nelle Frasi Complesse

I participi (parole costituite da verbi) vengono spesso utilizzati per inserire una proposizione subordinata in una frase.

  • Doing my homework, I noticed that a few of my notes were missing.
    (Facendo i compiti, ho notato che mancavano alcune note)
  • That little girl, having dropped her ice cream, is crying uncontrollably.
    (Quella bambina, essendole caduto il gelato, sta piangendo senza controllo)
  • Born in Canada, he spoke English flawlessly.
    (Essendo nato in Canada, parla un inglese perfetto)

In questi casi, i participi sono sempre riferiti al soggetto della frase. Descrivono l’azione compiuta dal soggetto o lo stato in cui si trova lo stesso.

Gli esempi visti sopra continuerebbero ad avere lo stesso significato anche se riscritti in questo modo:

  • While I was doing my homework, I noticed that a few of my notes were missing.
  • That little girl has dropped her ice cream and is crying uncontrollably.
  • Because he was born in Canada, he spoke English flawlessly.

I participi non connessi sintatticamente (dangling participles) possono causare difficoltà agli studenti di inglese in quanto, quando li si usa, si tende a dimenticare o confondere la relazione soggetto-participio. Un errore comune a molti studenti di inglese (e persino ai madrelingua!) è quello di usare un participio non connesso al soggetto della frase.

  • Walking to the university, the rain started to fall, so he opened his umbrella.
    (Camminando verso l’università, la pioggia iniziò a cadere, così lui aprì l’ombrello).

Questa frase è sbagliata! Ovviamente è lui che stava camminando verso l’università, non la pioggia. Una forma grammaticalmente corretta della stessa frase sarebbe:

  • Walking to the university, he opened his umbrella, because the rain started to fall.
    (Camminando verso l’università, lui aprì l’ombrello, perché stava iniziando a piovere)

Eccovi un altro esempio di frase errata:

  • Having traveled around the world, few countries impressed me more than New Zealand.
    (Avendo girato il mondo, i paesi che mi hanno impressionato come la Nuova Zelanda sono pochi)

Anche in questo caso il participio non connesso sintatticamente porta a pensare che “le nazioni abbiano viaggiato per il mondo”. Per sistemare la frase potrete riscriverla in questo modo:

  • Having traveled around the world, I was impressed by few countries more than New Zealand.
    (Avendo girato il mondo, pochi paesi mi hanno impressionato come la Nuova Zelanda)

o persino così:

  • Few countries impressed me more than New Zealand during my travels around the world.

Come potete notare, i dangling participles creano confusione e frasi grammaticalmente scorrette che si riflettono negativamente sulla vostra scrittura. Diversamente dalle preposizioni, i participi non connessi sintatticamente devono essere evitati!

Un Ultimo Consiglio

Se desiderate ripassare o esercitarvi su qualsiasi argomento di grammatica inglese, non potete fare a meno di provare FluentU! Questa fantastica piattaforma offre video in inglese autentici – come video musicali, clip cinematografiche e televisive, notiziari, conferenze e tanto altro – trasformati in lezioni di inglese personalizzate. Ciascun filmato è accompagnato da sottotitoli interattivi che vi permetteranno di controllare immediatamente qualsiasi parole e ottenerne la definizione, delle frasi d’esempio e ascoltarne la pronuncia. Inoltre, vi verranno proposte ulteriori attività (come quiz e carte mnemoniche) sull’argomento di ciascun filmato, in modo da potenziare al massimo il vostro apprendimento. Grazie a FluentU, imparare la grammatica inglese sarà una passeggiata e potrete farlo ovunque desideriate grazie all’applicazione di FluenU per dispositivi mobili iOS e Android!

 

Imparare la grammatica inglese potrebbe non essere il vostro passatempo preferito, ma non scoraggiatevi. Passo dopo passo, un consiglio alla volta, acquisirete una padronanza della lingua sempre maggiore. Con questi 12 consigli di grammatica abbiamo trattato gli errori più comunemente commessi dagli studenti di inglese. Una volta che li avrete fatti vostri, la grammatica inglese non sarà più un problema per voi. In bocca al lupo!

If you liked this post, something tells me that you'll love FluentU, the best way to learn English with real-world videos.

Experience English immersion online!

Enter your e-mail address to get your free PDF!

We hate SPAM and promise to keep your email address safe

Close