Incredibile! 35 Curiosità sulla Lingua Inglese che Non Avete Mai Sentito Prima

Avete un rapporto di amore-odio con la lingua inglese?

Per un attimo siete felicemente immersi nella lettura di un fantastico romanzo inglese.

Ma l’attimo successivo state lanciando via il vostro libro di testo a causa di un capitolo sulla grammatica estremamente confuso?

Vi capisco. La lingua inglese riesce ad essere allo stesso tempo bellissima, complicata, divertente e irritante.

Ma sono proprio questi elementi a rendere l’apprendimento dell’inglese un’esperienza così gratificante! C’è sempre qualcosa di nuovo ed affascinante da imparare.

Dalle grafie più complicate, alle parole per descrivere quell’intensa sensazione che si prova quando si osserva un tenero cucciolo di gatto, ogni aspetto della lingua inglese ha una sua storia.

Di seguito vi proponiamo 35 curiosità sulla lingua inglese che vi sorprenderanno e vi aiuteranno a capire meglio questa fantastica lingua!

Incredibile! 35 Curiosità sulla Lingua Inglese che Non Avete Mai Sentito Prima

Straordinari Fatti Storici della Lingua Inglese

1. Shakespeare ha aggiunto più di 1.000 parole alla lingua inglese.

Quasi tutte le persone del mondo hanno sentito parlare di William Shakespeare, il famoso drammaturgo e poeta inglese del 16°secolo. Dai sonetti sull’amore alle opere teatrali come  “Romeo e Giulietta” e “Amleto” Shakespeare ha influenzato notevolmente la letteratura inglese.

Ma sapevate che la lingua inglese non sarebbe la stessa se Shakespeare non fosse mai esistito?

Shakespeare ha inventato oltre 1.000 parole utilizzandole nei suoi scritti. Al giorno d’oggi, i madrelingua inglesi usano ancora queste parole nelle conversazioni di tutti i giorni.

Tra le fantastiche parole e frasi inventate da questo ingegnoso poeta vi sono:

  • Addiction — Essere psicologicamente o fisicamente dipendenti da qualcosa, di solito da una droga.
  • Bedazzled — Essere accecati da qualcosa di incredibilmente bello.
  • Cold-blooded — Indica un animale a sangue freddo (come un rettile) oppure una persona crudele e indifferente ai sentimenti.
  • Swagger — Camminare dandosi delle arie, con un atteggiamento da spacconi.
  • Break the ice — Come per l’italiano, “rompere il ghiaccio” significa smorzare la tensione o il silenzio in una conversazione.

Per scoprire altre parole e detti interessanti inventati da Shakespeare, date un’occhiata a questi articoli di Mental Floss e The Intrepid Guide, così come a questo fantastico pezzo di Open Culture.

2. La maggior parte delle parole inglesi derivano dal francese o dall’inglese antico (utilizzate questa caratteristica a vostro vantaggio).

A seguito della conquista normanna dell’Inghilterra avvenuta nel 1066, il francese divenne la lingua della nobiltà inglese. Nel frattempo, il popolo e i ceti sociali più bassi continuarono a usare l’inglese antico, il quale deriva dal germanico.

Infine, i matrimoni misti portarono ad un miscuglio delle due lingue dando vita al Middle English (inglese medio), una lingua più simile all’inglese odierno.

Perché questo fatto è importante per gli studenti di inglese?

Bene, questa storia può aiutarvi a capire quando usare certe parole. Le parole che derivano dal francese sono spesso considerate più formali e sofisticate, mentre le parole che derivano dall’inglese antico hanno un utilizzo più colloquiale.

Prendete parole come commence e begin: entrambe significano “iniziare”. Tuttavia, commence è una parola più ricercata. I madrelingua la utilizzano solo nei contesti più formali.

Per esempio, potreste usarla mentre discutete di affari: “The marketing team commenced work on the project.”

Al contrario, la parola begin è molto più informale e quindi viene usata più frequentemente dai madrelingua.

Riuscite a indovinare quale parola viene dal francese e quale dall’inglese antico?

Commence è sostanzialmente la stessa parola utilizzata attualmente in francese: commencer (iniziare). La parola begin viene dal termine germanico (ora inutilizzato) beginnan, che significa sempre “iniziare”.

curiosità-sulla-lingua-inglese

Considerare se una parola inglese ha origini francesi o germaniche può aiutarvi a capire quando utilizzarla! Esercitatevi in questa tecnica con FluentU, un’applicazione immersiva che vi permette di apprendere la lingua tramite video autentici in inglese (come trailer cinematografici, video musicali, conferenze interessanti e tanto altro). Ciascun video è accompagnato da sottotitoli interattivi, carte mnemoniche e divertenti quiz, in modo che possiate apprendere in maniera attiva mentre ascoltate l’inglese parlato da veri madrelingua.

3. Gli Stati Uniti non possiedono una lingua ufficiale.

Tecnicamente, gli Stati Uniti non possiedono una lingua ufficiale a livello federale, ma alcuni stati hanno dichiarato l’inglese la loro lingua ufficiale.

Nonostante l’inglese sia la lingua più parlata negli States , non è assolutamente l’unica. L’America è una nazione abitata da persone dalle origini più disparate che parlano un sacco di lingue meravigliose!

Ciò significa che visitando gli Stati Uniti potrete trovare tanti altri stranieri come voi.

4. Un tempo, l’inglese aveva un genere grammaticale.

Molte lingue possiedono la categoria grammaticale chiamata “genere”. Per esempio, gli spagnoli usano gli articoli di genere el e la (un po’ come in italiano) a seconda del genere, maschile o femminile, del nome a cui sono associati.

Anche l’inglese possedeva un genere grammaticale, ma non lo possiede più. Il libro “Gender Shifts in the History of English” spiega come l’inglese abbia perso il suo genere grammaticale col passare del tempo.

Per gli studenti di inglese, il fatto che l’inglese non abbia più un genere grammaticale lo rende molto più semplice da studiare.  Dovrete memorizzare solo il significato di una parola, non il suo genere!

5. L’inglese utilizza l’alfabeto latino.

L’alfabeto latino deriva dall’alfabeto etrusco. Si tratta dell’alfabeto più utilizzato al mondo: un grande vantaggio per gli studenti di inglese!

6. Due delle ragioni più grandi per cui l’inglese è così diffuso sono l’Impero britannico e l’iPhone.

Alcuni di voi potrebbero chiedersi perché l’inglese, al giorno d’oggi, è diffuso in tutto il mondo. Nonostante le ragioni siano molteplici, eccovi due tra le più importanti.

L’Impero Britannico indica il periodo compreso tra la fine del XV-XVII secolo e gli anni ’60, quando l’Inghilterra possedeva territori e colonie in tutto il mondo. In sostanza, in questo periodo l’Inghilterra controllava buona parte dell’Europa, del Nord America, dell’Africa e delle Indie Occidentali.

Potete ben immaginare quanto l’inglese possa essersi diffuso con facilità in questo gigantesco impero.

La seconda spinta di diffusione della lingua inglese ha luogo nel XX secolo, quando gli Stati Uniti diventano una delle più grandi nazioni del mondo in ambito sociale, economico e politico.

Infine, molti dei progressi scientifici e tecnologici recenti vengono da paesi di lingua inglese. Basta pensare a parole internazionali come internet e iPhone.

7. L’alfabeto inglese possedeva 29 lettere, mentre ora ne ha 26.

L’alfabeto inglese si è ristretto col passare degli anni!

Per scoprire quali lettere sono state aggiunte od omesse, date un’occhiata a questo articolo del New York Post .

8. L’inglese è la lingua ufficiale del cielo.

Ciò significa che l’inglese è la lingua ufficiale per i viaggi aerei.

Avete mai notato che, a prescindere da dove vi troviate nel mondo, quando viaggiate in aereo il personale di bordo conosce sempre l’inglese? Ecco spiegato il perché!

9. Potete incolpare un tizio chiamato William Caxton per l’ortografia confusa dell’inglese.

Beh, non solo lui.

La colpa non è totalmente di una sola persona, soprattutto se consideriamo la storia lunga e complicata dell’inglese, ma alcuni personaggi hanno davvero fatto la differenza.

Nel medioevo, gli scrivani (persone che scrivevano i documenti) facevano del loro meglio per trascrivere le parole come venivano pronunciate. Tuttavia, con una così grande varietà di dialetti regionali, questa pratica produceva molte incongruenze.

Poi arrivò William Caxton, un gentiluomo inglese che decise di aprire una tipografia. Costui assunse dei lavoratori fiamminghi che si limitavano a scrivere alcune parole nel modo in cui erano abituati a farlo nella loro lingua.

Anche altri personaggi, come Noah Webster hanno avuto un ruolo importante nell’ortografia inglese. Webster fu un editore di dizionari in gran parte responsabile delle differenze tra l’ortografia americana e quella inglese.

Sono sicuro che avrete già notato come alcune parole inglesi vengono scritte in modo totalmente diverso dalla loro pronuncia. Sfortunatamente per gli studenti, questo sistema ortografico intricato è qualcosa da conoscere e padroneggiare, ma esistono dei modi creativi per farlo (ecco alcune idee per iniziare).

Sapevate che Esiste una Parola per Questo?

La lingua inglese è ricca di vocaboli, ma alcune parole potrebbero sorprendervi e, allo stesso tempo, potrebbero essere proprio quelle che stavate cercando!

10. Cute Aggression

Cute aggression” è un termine che indica la voglia di abbracciare fortissimo, quasi con violenza, qualcosa di particolarmente adorabile. Vi è mai venuta voglia di stritolare il vostro gattino per quanto è tenero?!

Your puppy is so adorable that I have cute aggression!

11. Ze/Hir

Ze e hir sono dei pronomi neutri che stanno guadagnando sempre più popolarità. Si tratta di versioni alternative dei pronomi maschili “he/him” e femminili “she/her“.

My friend is so excited that ze is coming to the party later.

12. Genderlect

Il termine genderlect indica un tipo di linguaggio utilizzato da persone di un genere sessuale preciso.

Sul fatto che uomini e donne parlino dei diversi “genderlect” sono in corso diversi dibattiti.

13. Heuristic

La parola euristic indica qualcosa che si insegna o si apprende tramite l’esperienza.

The professor applied a heuristic teaching method so that her students would learn by trial and error.

14. Bardolatry

Ecco di nuovo Shakespeare! Il termine bardolatry indica una persona ossessionata con Shakespeare. (Shakespeare viene soprannominato “The Bard.”)

Shakespeare is still celebrated so much today that Bardolatry is alive and well.

15. Boffola

La parola boffola indica una battuta che viene accolta da forti risate.

That was the comedian’s best boffola all night!

16. Mouse Potato

Avete mai sentito il termine couch potato (qualcuno che guarda troppa TV)? Bene, mouse potato si riferisce a qualcuno che usa troppo il computer.

Ever since Susan started her online company, she’s been such a mouse potato.

17. Snollygoster

Il termine snollygoster si riferisce a una persona priva di principi.

The politician is a snollygoster who lies and steals to get what he wants.

18. Petrichor

Petrichor è una parola utilizzata per descrivere l’odore che permea l’area dopo la pioggia.

 I love the petrichor of a summer thunderstorm.

Statistiche Incredibili Su Cui Poter Contare

19. Il dizionario della lingua inglese viene aggiornato con una nuova parola ogni due ore.

I redattori dell’Oxford English Dictionary hanno stimato che ogni anno vengono aggiunte 4.000 nuove parole al dizionario.

Ciò significa più o meno una nuova parola ogni due ore!

20. Al mondo, esistono circa 1.5 miliardi di persone che parlano inglese

Si tratta del 20% dell’intera popolazione mondiale!

Tra queste, circa 600-700 milioni non sono madrelingua. Per saperne di più, leggete questo articolo del St George International.

21. L’inglese ha un numero di parole superiore alla maggior parte delle lingue.

Al momento, la lingua inglese include circa un milione di parole.

Tuttavia, non dovrete farvi intimorire, in quanto…

22. Il madrelingua inglese medio conosce tra i 20.000 e i 30.000 vocaboli.

Nonostante questa statistica redatta da Twinword appaia scoraggiante, per gli studenti di inglese significa che non dovranno imparare tutte le parole della lingua inglese che esistono.

Vi farete capire comunque!

23. La lettera più usata nella lingua inglese è la “E.”

Secondo Oxford Dictionaries, “E” è la parola più usata nella lingua inglese, mentre la “Q” è la meno utilizzata.

Per essere più chiari, la “E” è 56 volte più comune della “Q”.

24. La parola inglese più lunga è pneumonoultramicroscopicsilicovolcanoconiosis.

Si tratta di un termine medico che si riferisce ad una malattia polmonare causata dall’inalazione di sabbia o ceneri.

25. La frase non ellittica più corta è “I am.”

Una frase non ellittica è una frase che non esclude nessun elemento.

Per esempio, l’ordine “Go!” potrebbe apparire come la frase più corta, ma è un’ellittica. Esclude il pronome “you”. Tecnicamente, la frase sarebbe “You go!” che risulta più lunga di due lettere rispetto a “I am”.

26. Alcune delle parole più antiche della lingua inglese sono ancora molto comuni ai giorni nostri.

Tra queste ricordiamo I, love, black, mother, fire, hand e hear.

Molte di queste parole risalgono a prima del 900.

Date un’occhiata alle parole più antiche su Dictionary.com. Alcune potrebbero sorprendervi!

27. L’aggettivo più comunemente utilizzato è good.

Ovviamente, a seconda della fonte troviamo anche altre parole, ma “good” è comunque incluso tra gli aggettivi più comuni.

Syllable Count lo mette al primo posto della sua lista, mentre Word Frequency Data lo colloca in posizione meno elevata rispetto ad altri aggettivi come other e new.

28. Il nome più utilizzato è time.

L’Oxford English Dictionary ha riconosciuto time come il nome utilizzato con più frequenza.

Il termine person ha ottenuto la seconda posizione, seguito da year al terzo posto.

29. La lingua ancora parlata più vicina all’inglese è la lingua frisone.

La lingua frisone viene attualmente parla solo in tre piccole regioni della Germania e dell’Olanda.

Divertenti Trucchetti dell’Alfabeto e i Loro Nomi

30. Due parole inglesi possono unirsi per formarne una sola.

Una portmanteau è una parola che unisce i suoni di due parole inglesi per creare una nuova parola che ne combina i significati.

Ad esempio, hangry significa sia “hungry” (affamato) che “angry” arrabbiato.

31. È possibile inserire tutte le lettere dell’alfabeto in una sola frase.

Il termine pangram indica una frase che contiene tutte le lettere dell’alfabeto.

Un famoso pangramma inglese recita così: “The quick brown fox jumps over a lazy dog.”

32. Alcune parole inglesi rimangono uguali anche se vengono lette al contrario.

Una palindroma è appunto una parola o una frase che rimane uguale a prescindere che la si legga da sinistra a destra o da destra a sinistra.

Un esempio è madam.

33. Alcune parole inglesi rimangono uguali anche se vengono lette a testa in giù.

Un ambigram (ambigramma) è una parola che rimane uguale anche se letta a testa in giù.

Un ottimo esempio è la parola “SWIMS” con tutte le lettere maiuscole.

34. Esiste un nome anche per le parole o le frasi che usano una sola volta ciascuna lettera di cui sono composte.

Queste ultime prendono il nome di isograms (isogrammi) cioè delle parole composte da lettere che ricorrono tutte lo stesso numero di volte

Per esempio, la parola dialogue usa ogni lettera una sola volta.

35. Alcune parole inglesi si ripetono per formare una nuova parola.

Un tautonym (tautonimo) in linguistica, indica una parola che è composta dalla stessa parola ripetuta due volte. Spesso viene chiamata anche reduplication (reduplicazione).

La parola inglese so-so è un perfetto esempio di tautonimo. Significa “così così.”

 

Ora che conoscete tutte queste curiosità sulla lingua inglese è arrivato il momento di rincominciare ad imparare!


Camille Turner è una scrittrice freelance ed insegnante di inglese esperta.

If you liked this post, something tells me that you'll love FluentU, the best way to learn English with real-world videos.

Experience English immersion online!

Enter your e-mail address to get your free PDF!

We hate SPAM and promise to keep your email address safe

Close